accedi   |   crea nuovo account

Dormiveglia

.. isolato in una dimora di api operose
mi trafigge il buio delle tue note,
contemplo il buio.

.. danze di vergini, ritmi ancestrali, lune di cristallo.
Si deforma il viso del lupo diventando pecora.

.. vorrei incastrare il tuo parlare gelido nel cervello di un pesce in un aquario.

Si.

Vagherebbe senza direzione, gli donerei aria immacolata fino alla morte.

Costernato rinuncio al moto istantaneo.

Le coperte sono celle di arsura ma gusci perfetti di trasmutazione, tocco con mano
le secrezioni del tuo pensiero, è ciecamente vero.

Non esiste nessuna montagna imperiosa
nessuna grotta cavernosa
nessuna valle erbosa.
nessun luogo.

Dove affronterò il punto cruciale delle tue esalazioni?

 

4
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 08/08/2012 06:04
    Mirabile creatività artistica... in versi lodevoli per forma e musicalità...
    Da la poesia note di sentimentale... schietto et sincero...
    IL MIO PLAUSO LEOANARD... SERENA GIORNATA

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0