accedi   |   crea nuovo account

Falò

Questo silenzio ci dà spazi
brulica come fuoco ardente
nelle nostre viscere
Indiani danzano più in là
falchi e rondini assistono
alle nostre nozze
Euridice bellissima
malefico pugnale di essenze ladre
leccami queste ferite
che ardono di noi
Pulsa ancora dentro il mio ego
e pioggia...
e neve...
e incenso
purifichino questo mio seme!
Senti...
vedi...
parli!
Io vascello nel tuo mare
branchie di pesce tropicale
che cerca un fiume
per ridarsi al mare
Funesta melodia
il nostro sacro edema
Qui il mondo
non conosce inverni e demoni...

 

3
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 14/01/2013 06:41
    Meravigliose immagini poetiche descrivono un'ardente "Falò" costituito da un amore intenso e bruciante di sentimenti fervidi e profondi. Leggendo il testo si evince ogni coinvolgimento emotivo dell'autore. Una stupenda pubblicazione. Sinceri complimenti
  • Salva il 14/08/2012 06:53
    bellissima poesia, l'anima s'affaccia alla realtà e scruta. ciao Salva.
  • Gianni Spadavecchia il 10/08/2012 13:55
    Bella chiusa.. Questo mondo non conosce inverni, tornadi, tempeste, demoni;è lontano dal male.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0