PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sete di conoscenza

La solitudine
emerge nella notte
come un naufrago dal mare,
non può aspettare
che arrivi il domani
deve riprendere
il cammino
che la riporti
lungo il sentiero della vita,
quella stagnante calma
la uccide
meglio volgere
lo sguardo all'alba
che sorge
e continuare
il suo viaggio
per dissetare
la sua sete di conoscenza.

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 09/08/2012 15:26
    Interessante... scritta bene e con spunti di riflessione.. piaciuta

3 commenti:

  • Filippo Minacapilli il 13/08/2012 16:45
    Molto bella!.. magnifico quel " continuare il suo viaggio per dissetare la sua sete di conoscenza! Mi piace
  • denny red. il 09/08/2012 23:47
    Non può aspettare..
    la uccide meglio volgere..
    la sua sete di conoscenza.
    Bella.. Bella! Ben Scritta!
    Brava Patrizia.

  • Anonimo il 09/08/2012 15:00
    Bella. La notte ci fa sentire più soli, ma poi arriva l'alba e si torna a vivere e a sperare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0