username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Torna, torna l'Italiano

Torna, torna l'Italiano
con il capo chin, pianpiano,
da le ferie tanto attese,
ite, in un fugace mese.

Tanto riso e del dolore
è sgorgato, dal suo cuore:

Chi na caggia s'è trovata
che poi a sera, s'è giocata;
chi la pelle s'è bruciata;
chi 'na sbronza s'è pigliata;
chi di cozze s'è nutrito;
chi correndo s'è ferito;
chi l'anello, con che rabbia,
ha perduto ne la sabbia;
chi ghiaccioli s'è leccato;
chi li bronchi s'è curato;
chi 'na multa s'è beccata;
chi ben presto in mattinata
ha percorso lo lungomare
per lo fresco e il canticchiare.

Presto, presto son passate
sul più bello, le giornate...
È finita un'altra estate
con le tasche sì svuotate!

Torna, torna l'Italiano
con più niente ne la mano...
Nuove tasse ha... da pagare,
qualche Santo... bestemmiare.

È destino, al suo rientrare
sempre soldi ha... da versare.

Se in vacanza vuol tornare
altre stille da colare
pur dovrà 'sto disgraziato,
st'Italiano disperato!

Sgroppa, sgroppa... oh mio Italiano
che lo Stato vuol 'na mano...

FIRMATO
TRAMANDATO

IO COMPRESO
CHE SON TANTO... GIU' DI PESOOO!!!

 

6
7 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Paola Vigilante il 05/09/2012 12:49
    Con la giusta ironia e spirito arguto hai descritto brillantemente la condizione odierna dell'italiano medio. Molto veritiera, si legge tutta d'un fiato. Complimenti
  • Centrone Stefano il 16/08/2012 12:32
    Parole sante, caro Amico mio.
    Non potevi descrivere meglio la fine di questa estate.
    Un plauso degno giunge da parte mia e un augurio nel continuare sempre il cammino per la propria via. Anche se ostacoli s'incontreranno tu non mollare per nessun motivo.
  • Raffaele Arena il 12/08/2012 21:53
    La definirei una poesia dialettale, satirica politica, nello stile amaramente vero del Trilussa. Grande. E non è un mese, talvolta nemmeno un giorno.
  • franco buniotto il 11/08/2012 11:12
    Una carellata sugli italiani in ferie. Momenti di svago e di piacere. Si ritorna pronti per riprendere il lavoro e gli affanni quotidiani. Se poi ci rimane qualcosa in tasca, ci pensa lo stato. Così fino alle prossime ferie. ***** Ciao Rocco. Tu con quel faccino da furbo... ***** Franco
  • Don Pompeo Mongiello il 11/08/2012 10:13
    Ben concepita e scritta, al suo stile armonioso do' lo mio omaggio.

7 commenti:

  • Daniela Bonifazi il 29/09/2012 12:37
    Divertente e ben scritta, la tua poesia esprime una realtà difficile, che molti stanno vivendo. Tutti coloro che non hanno mai rubato, imbrogliato o corrotto a scopo di profitto personale. Bravo!
  • Paolo Cavagnini il 03/09/2012 22:52
    Un capolavoro oserei dire..! Davvero molto piacevole, efficace e ben scritta.
  • augusto villa il 18/08/2012 18:41
    AHAHAHAH!!!... Ottima... Meno male che la rima sdrammatizza un poco... Piaciuta!!! ---------
  • Don Pompeo Mongiello il 12/08/2012 09:54
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua eccezionale davvero!
  • loretta margherita citarei il 11/08/2012 19:01
    verità , siamo proprio ridotti male, apprezzatissima
  • stella luce il 11/08/2012 12:30
    molto bella e molto realistica... tutti si parte e si dimentica e quando arriva settembre tutti a brontolare come se tutto fosse uscito in quel momento... aiutiamolo pure questo stato ma chi ha rubato e ancora ruba quando inizierà ad aiutarlo???... ciaooo
  • Vincenzo Capitanucci il 11/08/2012 07:17
    Bellissima... Michele... un quadro di vacanze italiane... con amaro ritorno... allo stress... dei dovuti...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0