username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Notte d'agosto

Stretti vicoli che scendono al mare
tra persiane accese di gerani rossi
e porte chiuse di aranci fioriti,

insieme discorriamo di questa vita
che non è infinita
e di questa estate che così ci piace.

Semplice, ti appoggi al balaustrato terrazzo
ma tra l'azzurro lunato ed i bagliori del faro
disegna il tuo corpo voluttuose linee.

Accende il pescatore una lampara
e lento spinge con una mano il remo
con l'altra ti saluta,

ma tu che degli altri appena ti accorgi
quasi sorridi contro la bianca luna
e sogni d'esser là dove finisce il mare.

Tu che vivi di mare
e ti colori di sole.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 11/08/2012 17:11
    Fantastico verseggio... par nitido fotogramma marinaresco...
    IL MIO ELOGIO GIORGIO

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0