PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Essere sabbia

Sabbia come uomini
polvere e miseria
il peso è poco bilanciato
su montagnole instabili.

Deserti d'anime
livellati a similitudini
lontane d'ere
fossili di se stesse.

Storie rimescolate al sale
pesano come macigni
sul grembo di Madre
frutti d'arsura ricordata.

 

5
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 11/08/2012 21:03
    L'uomo non può durare per sempre e il suo passaggio in questo mondo è fragile e costellato di incertezze dovute alla ricerca di qualcosa di indefinito.

8 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 13/08/2012 13:59
    Bei versi, molo introspettivi..
  • Anonimo il 13/08/2012 06:04
    La sabbia come noi uomini e' stata una bella pensata...
    Moloto bella complimenti
    Ciao
  • karen tognini il 12/08/2012 09:51
    Ecco l'uomo... di polvere.. per fortuna nella sabbia ogni tanto troviamo conchiglie preziose... e perle di poesia come questa tua!!!!
    bravissima...
  • mauri huis il 12/08/2012 06:55
    Sabbia, rabbia, scabbia: ecce homo, perspicace Teresa!
  • stella luce il 11/08/2012 22:59
    versi che fanno riflettere... siamo come la sabbia capace di essere molto se ben lavorata, ma molto fragile a cadere al primo colpo di vento o da un mare di sale che lacrima...
  • Anonimo il 11/08/2012 20:42
    la nostra cducità a volte è come sabbia... polvere e miseria... fossili di noi stessi... quanta verità in questi magistrali versi sorè... sei proprio brava un bacio sincero
  • augusto villa il 11/08/2012 20:42
    Bella e intensamente profonda... Complimenti davvero!
    -------
  • roberto caterina il 11/08/2012 20:04
    Ottima riflessione, condivisa..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0