username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A svanire

Cosa non era
quel tetto d'antenne
dove la nebbia, fra i comignoli
giocava con l'ombra dei gatti
e la luce del Campari.
Cosa non era quell'abbaino
se non un nero Paradiso.

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Len Hart il 22/09/2012 23:44
    la tua poesia è bellissima, complimenti davvero. tutti vi si possono immedesimare...
  • Aedo il 25/08/2012 15:16
    Ricordi, immagini, che s'imprimono nel cuore con nostalgia. Bravo, Augusto!
  • rosanna gazzaniga il 24/08/2012 16:28
    Paradiso nero! una immagine che lascia un senso di tristezza per qualcosa che forse avrebbe potuto essere migliore... Originale, bella!
  • laura cuppone il 17/08/2012 08:20
    Sopra il grigio c'è il... blues!!! Sembra un giro in la... Minore!!!
    Spettacolare!!

    Lau
  • Anonimo il 11/08/2012 20:57
    rimasto nel ricordo quell'abbaino... rifugio d'amore... molto sentita augusto bravo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0