accedi   |   crea nuovo account

Venghino signori venghino!

C'è un piccolo paese dove vivono in tanti senza tante pretese...
A volte escono insieme, altre volte da soli, non sempre sono compatibili qualcuno sparla dell'altro, da quanto tempo è che non si vede? Hai visto che importanza si dà...? ma sono sempre tutti là...
Raffinato nobile e sportivo è lo zio zelo che ogni tanto si fa vivo... un po' in ombra con la clemenza vive da sempre santa pazienza.
E l'umorismo fa sempre compagnia divide lo spazio con l'allegria innamorato dell'ironia la corteggia da sempre... sarai mia! Fa il comico e anche il pagliaccio... tanto dice... io le piaccio!
Simpatia che è sua amica se la tira fa la f...! Presunzione è convinta di piacere... ma non mostra la faccia forse solo il sedere... tristezza è poco bella anche se dicono è sua sorella.
Bontà d'animo la più generosa, corteggiata da tutti... ma nessuno la sposa.
Diligenza è un po' impegnata esce sempre con l'attenzione che è sua alleata.
Prudenza guida piano e fa arrabbiare la fretta che si sveglia sempre tardi e vuole andar lontano.
Astio è il gemello della cattiveria che nessuno vorrebbe mai prender per seria.
All'intelligenza piacciono tutti, ma sa distinguere i belli dai brutti.
La paura si nasconde il coraggio la spinge ma lei si confonde. La timidezza va a capo chino diventa rossa ma finge un pochino... spavalderia canta beve e va all'osteria.
Voglia di lavorare vorrebbe saltare addosso... ma siamo davanti a tutti e adesso non posso...
Quanti sono... una tiritera e meglio finirla qui altrimenti vien sera! Potrei parlare di fuoco e passione ma la bocca mi cucio! Altrimenti mi brucio...
Gira e rigira sono tutti qua... escono a turno ad ogni età... anche se si ammettono solo le qualità... dalla culla alla piazza... ma non credetemi forse son pazza!
la merce scadente sta in magazzino... e quando furbo arriva ne vende un pochino...
Venghino signori venghino ecco... cosa avete capito? Ascoltate sempre prima di parlare.. prima di reagire ma questo è consiglio... aiuto quello che fa partire sbadiglio... ma poi tutti ci credono? che più gente entra e più bestie si vedono...? Io che lavoro alle casse dico di si... forse è per questo che mi diverto e sto lì...
Madre maturità... chi la vorrebbe non ce l'ha chi non la vuole?... chi coglierebbe una mora acerba? Una matura è più gustosa... dolce e spiritosa... forse son io? Ma ditelo piano... e quella acerba meglio lasciarla sul ramo!

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 12/08/2012 08:47
    Accuratissima descrizione delle caratteristiche positive e negative di ognuno di noi, nella speranza di trovare la via più giusta in un mondo complicato ed infido.
    Sembra una filastrocca scherzosa, invece fa riflettere.

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0