PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Uva e vino

Ne lo ire
su lo dolce pendio
da lo Astro d'oro
carezzato,
file di viti
co' li sui
rubini e dorati grappoli,
le esperte e pazienti mani,
che con dolcezza
a la madre
staccandoli,
le cesti de vimini
riempion,
e di essi,
lo tanto amato
da lo Dionisio
e lo Bacco poi,
nettar
far.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 12/08/2012 15:01
    Una cartolina dal vigneo tratto... quando sarà vendemmia non vorrei mancare... è la mia stagione più bella... l'ho apprezzata dal Carducci...
    SUBLIME DON...

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0