PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ad una donna africana

La tua bellezza intimidì il sole
sotto i rami dei carpini,
questo il tuo apparire
lungo il viale assopito
nel sonno del pomeriggio estivo.

Vestivi di verde brillante
così animato attorno al tuo corpo
antico e silenzioso.

Camminavi unica.

Quel tuo colore intenso
perfetto, scuro quanto il tiglio
attirava su di sé altro colore vivo.

Nel sorriso apristi le labbra
tra il violaceo e il vermiglio,
i denti apparvero sinfonia di candore.

Belle le mani brune
leggere come ali
dita sottili pronte al volo.
Nei gesti tuoi composti
pensai alle donne d'Africa
e al canto delle schiave.

 

2
6 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 25/08/2012 07:31
    L'osservazione attenta di una bella donna africana come punto di partenza per una riflessione sul rapporto tra noi e la natura e sulla storia passata.
  • Raffaele Arena il 17/08/2012 03:24
    Bella descrizione, come sempre molto figurativa. Buon ferragosto in ritardo e un bacio sentito!
  • franco buniotto il 14/08/2012 08:59
    Solo gli occhi di una donna possono ammirare e descrivere così meravigliosamente un'altra donna! Splendida. ***** Franco
  • Rocco Michele LETTINI il 14/08/2012 06:18
    Un idillio ben forgiato de la beltade color caffè...
    IL MIO ELOGIO MARIATERESA

6 commenti:

  • Giuseppe Amato il 27/08/2012 09:02
    Leggendo il tuo agosto espressivo con grande piacere non posso fare a meno di unirmi a tutti nell'apprezzare la tua intensa capacità descrittiva che, unita ad un esnso poetico non comune, rende i tuoi scritti pezzi pregevoli. Un caro saluto
  • salvo ragonesi il 25/08/2012 14:35
    un'opera d'arte te ne ha fatto descrivere un'altra con questa bella poesia molto brava e dico poco. ciao salvo
  • mariateresa morry il 15/08/2012 07:36
    grazie a tutti voi, la donna senegalese l'ho incontrata al parco, vestita nel suo abito tradizionale, con il suo bambino. Una grazie e una bellezza uniche. Molto alta, statuaria, nera come ebano, mi ha colpito tantissimo e a casa ho pensato a questa poesia. Vi ringrazio per aver voluto accostare questi versi ad un'opera d'arte. Siete tutti molto cari, grazie!
  • vincent corbo il 15/08/2012 06:25
    Anch'io su sugggerimento implicito di ellebi (vedi quanto sono curioso) sono andato a spulciare le donne del calendario e devo dire che mai accostamento è stato più azzeccato.
  • loretta margherita citarei il 14/08/2012 03:55
    molto intensa, bella descrizione, concordo con te nell'affermare la loro bellezza fisica, apprezzatissima
  • Ellebi il 14/08/2012 00:29
    La tua elegante rievocazione poetica di una donna africana, a me ha ricordato, subito, le donne africane magistralmente ritratte dal fotografo Terence Donovan, per il calendario Pirelli del 1987. Sono andato a rivederle e, certo, i tuoi versi avrebbero ben commentato quei splendidi ritratti. Cordiali saluti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0