PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'ultimo sonno

Addormentarsi così
alle prime luci di un'alba estiva,
su una spiaggia deserta,
con i gabbiani che stridono
sulle onde leggermente increspate.

Correre, correre, correre,
fino a non avere più fiato,
e poi lasciarsi lentamente cadere
là dove il mare bacia la sabbia
e cancella le orme al suo passaggio.

Nessuno intorno,
solo il rumore delle onde
che si infrangono a riva
e il sole che comincia
a fare capolino tra i pini secolari.

Rivivere momenti felici,
rivedere volti conosciuti,
accennare un sorriso,
sentire che le forze stanno
per lasciare l'involucro del corpo,

e mentre l'acqua ti scorre addosso
rivolgere un ultimo sguardo
verso il cielo azzurro.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 17/11/2016 03:53
    apprezzat... complimenti.

3 commenti:

  • Ellebi il 23/08/2012 09:36
    Apprezzata questa lineare e sincera poesia. Complimenti e saluti
  • loretta margherita citarei il 14/08/2012 19:11
    molto apprezzata buon ferragosto
  • Anonimo il 14/08/2012 14:10
    Se riesci a sognare in modo così bello la tua morte, immagino che tanto più riuscirai a sognare, ogni nuovo giorno -e cercare di realizzare- la tua VITA. È il mio augurio. Ma un sogno vivo l'hai certamente già realizzato: scrivi benissimo, dipingi scrivendo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0