PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quasi poesia

Se trovassi nel cielo le parole,
magari incise dai raggi del sole,
cercare almeno d'intuirne l'essenza,
un dettaglio che fa la differenza.

Se solo fossi innamorato perso
e riuscissi a provarlo con un verso,
dimostrare su carta quel che sento,
che sia gioia od anche turbamento.

Basterebbe affidarsi ai propri sensi,
senza fare sforzi troppo intensi,
provar stupore sia a valle sia in cima,
buttare giù qua e là qualche rima;

il mare, un monte, o l'universo,
scorgere il sempre uguale un po' diverso,
esprimersi con una sinestesia,
un suono sciapo o qualsiasi cosa sia.

Se fosse endecasillabo ogni verso,
sapessi ritrovarmi quando perso,
se avessi un po' più di fantasia,
forse questa sarebbe quasi poesia.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 14/08/2012 15:26
    Quartine in rima baciata mirabilmente coniate... armoniosa la musicalità del verso...
    IL MIO
    MIRCO

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 14/08/2012 18:40
    apprezzatissima buon ferragosto
  • augusta il 14/08/2012 15:01
    e bravo... molto particolare... e la chiusa è una chicca...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0