username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Noi

E noi, che vivevamo seguendo
le tenebre del tramonto,
ora siamo schiavi
nell'oblio dei nostri consensi,
lenti eppure così vivi,
affamati come giovani amanti,
come acqua di madre,
di dea, persi in un amore mai detto,
nell'ingenuo cercarsi degli occhi:
tacita fiducia, immensa pazienza.
I rumori di intrepidi baci,
le balbuzie dell'invidia,
i "mai" scambiatici,
lettere e ancora lettere di fuoco
per attimi di solitudine,
privati di quel noi.
Noi siamo questo amore,
questa quotidianità d'affetto,
noi siamo quella carezza
attesa da sempre.

 

3
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 22/08/2012 08:23
    è una poesia lente che va e viene... mi ha ricordato il frangersi delle onde... brava!
  • Rocco Michele LETTINI il 17/08/2012 08:44
    La realtà ne la mano... magnifici versi...
    IL MIO PLAUSO LUANA

4 commenti:

  • giorgio giorgi il 03/03/2015 21:04
    Ma... letta e riletta e mi sento di condividere in pieno il commento di Anonimo. Bella comunque la chiusa.
  • augusta il 20/08/2012 11:54
    anche a me piace molto la chiusa...
  • loretta margherita citarei il 17/08/2012 15:49
    splendida la chiusa molto bella
  • Vincenzo Capitanucci il 17/08/2012 08:25
    Molto bella Luana...

    ... noi siamo quella carezza
    attesa da sempre...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0