accedi   |   crea nuovo account

La fine

Nel piccolo sobborgo di città,
la gente timorosa passeggia ancora,
mentre già sta arrivando la sera,
dalle colline ombrose.
Il tempo si è improvvisamente fermato,
per dar spazio alle emozioni
di due ingenui ragazzini
abbandonati sull'unica panchina.
Un aereo passa rumoroso
e lascia andare l'ultima bomba
sulla profonda solitudine...

 

3
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 18/08/2012 07:43
    La guerra spaventa tutti, ma i giovani sono particolarmente toccati perché più degli altri temono di perdere la loro vita e le loro recenti emozioni.
  • Michele il 17/08/2012 17:47
    Credo che tu abbia rappresentato in pieno l'immagine dell'ingenuità infantile contro il caos della guerra. Complimenti!

3 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0