PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Le croibe

Da una casetta antica
tutta lustrata a specchio,
tirata su a fatica,
lassù verso Montecchio

ti accoglie un gran cipresso
a custodia di piscina,
progettata col progresso,
rifinita da vetrina.

Dai bordi della vasca
di pietra rosa ornati,
spaziando l'occhio casca
su due casette ai lati

e un ampio prato verde,
con veduta a cartolina,
lo sguardo tuo disperde
oltre il Garda e la collina.

Son Le Croibe di Teresa
e Gianpaolo suo marito
che riserva la sorpresa
del Recioto suo squisito.

Alle Croibe si riposa,
si rilassa corpo e mente,
con gli amici o con la sposa:
il confort è nell'ambiente.

Comodissimo il dormire,
più piacevole il risveglio,
non vorresti mai partire
perché sai: non c'è di meglio.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 20/12/2012 13:03
    Una magnifica pubblicazione davvero incantevole in ogni sua poetica descrizione. Una fotografia pittorica perfettamente acquarellata, dai versi magistrali, dall'abilità immaginifica ed espressiva dell'autore. Grazie per le recensioni, caro amico, a cui auguro di ricevere dalla vita, solo il bene più grande.
  • Maurizio Cortese il 07/11/2012 22:30
    Anche chi non conosce il posto, non può non rimanere colpito dalla calligrafica descrizione di un luogo che non solo può far bene all'anima, ma anche al corpo.
  • Don Pompeo Mongiello il 26/08/2012 14:52
    Quartine incantevoli che ti richiamano con piacere alla Poesia per eccellenza.
  • Auro Lezzi il 20/08/2012 08:39
    Io sento un senso di pace nel leggerti amico mio.
  • Rocco Michele LETTINI il 19/08/2012 20:10
    Hai fotografato nitidamente un incanto... Fantastico verseggio... IL MIO ELOGIO UGO... FELICE SERATA

13 commenti:

  • Rosarita De Martino il 28/07/2013 20:07
    Posso entrare anch'io, in punta di piedi, in questo spazio di luce riservato ai poeti che sono riusciti ad immortalarlo?, Grazie! Rosarita
  • salvo ragonesi il 11/09/2012 12:14
    hai fatto una fotografia e più del posto. sempre bravissimo. ciao salvo
  • mauri huis il 03/09/2012 06:59
    Sarà perchè Montecchio so dov'è, ci lavorai a un acquedotto durante i diciottanni, ma la tua poesia, fresca e leggera di brevi settenari (con qualche ottonario) mi è piaciuta assai. Complimenti sinceri e se ci ripassi fammi un fischio. Ti conoscerò volentieri.
  • Anonimo il 29/08/2012 15:24
    merigliosi versi per descrivere un lugo incantevole... letta e riletta è un piacere soffermarsi sulle tue incantevoli opere con stima carla
  • Anna Rossi il 25/08/2012 15:23
    la semplicità del testo racchiude un'intensità poetica magistralmente espressa nelle soavi immagini che riesce a suscitare.è tutta qui la grandezza del poeta...
  • Ellebi il 20/08/2012 09:57
    Molto semplice e bella composizione. Complimenti e saluti.
  • Anonimo il 20/08/2012 08:53
    Soave come un bicchiere di Valpolicella.. ripasso... di una casetta antica... immersa nel verde..

    Bravissimo Ugo... dolce è il riposo...
  • Solo Commenti il 20/08/2012 08:25
    Andrebbe bene se recitata alla tavolata col recioto offerto dall'amica Teresa: avrei formulato i miei vivi complimenti per la capacità di tenere la metrica nonostante i fumi del vino. Un po' meno bene va come locandina pubblicitaria: come sanno bene gli specialisti, infatti, non attrae molto la prospettiva di un breve soggiorno in un luogo dal quale "non vorresti mai partire": la partenza è vista come una punizione per avere assaggiato la mela della vacanza. Segnalo qualche altro punto debole del messaggio-réclame: il recioto, presentato così, non è più una sorpresa; che il comfort sia nell'ambiente è cosa alquanto banale; "tirata su a fatica" non va bene perché a chi vuole riposare l'idea di fatica non garba, quantunque fatica altrui.
  • Teresa Tripodi il 20/08/2012 06:58
    aggiungo e sottolineo dico lacrima per il fatto che a me capita di aprire le fontanelle quando vado via da un posto che mi piace e dove son stata bene... ciaoooo
  • Teresa Tripodi il 20/08/2012 06:56
    Grande maestro... Ugo... di penna di vita di versi... in grado di dare magnificenza di carezza anche dove forse una lacrima riga il viso... COMPLIMENTI e tanta tanta ma dico tanta stima.
  • loretta margherita citarei il 20/08/2012 03:55
    grande stile poetico il tuo, ciao maestro
  • Anonimo il 19/08/2012 20:16
    Versi che riportano alla vera vacanza che non vuole nulla se non le cose semplici, quelle che ristorano anima e corpo. La natura accogliente, le persone amorevoli e la compagnia di chi si vuol bene. Che si protragga ancora questo periodo: la piscina... che manna sotto questo sole! Un caro saluto.
  • anna rita pincopallo il 19/08/2012 19:41
    gradevole poesia -le croibe... visto su internet posto incantevole e poi un buon bicchiere di vino che dire

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0