PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il contrario di due

Ancora tu
nei rintocchi
di sandalo
delle meretrici,
nell'afa
che sfiata
dalle mie narici.

E poi
ancora
tu,
nelle ossa spezzate
delle mie giornate
e nell'ingombro
di vie affollate
si compie
la tua venuta,
apparizione muta,
agli altri invisibile
e sconosciuta.

Ancora tu
nell'eccidio
di un tramonto spietato,
che affonda
le sue impronte
e piano
la tua mancanza
strangola
con la sua linea
d'orizzonte.

Ancora tu ad insegnarmi
che nella vita
conta solo
cio' che rende,
che la felicita'
non arriva
ma si prende.

Ancora tu
a togliere
ogni più piccola forza
ad ambedue.
solo tu,
a rendermi,
per quanto tempo e ancora,
il contrario
di due.

 

3
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 20/08/2012 20:05
    molto apprezzata complimenti
  • Anonimo il 20/08/2012 19:46
    Il contrario di due per dire che sei solo... ma ancora lei è presente in ogni attimo della tua vita. Originale e bella bella!! ma forse ho colto male l'essenziale...
  • vincent corbo il 20/08/2012 11:42
    Mi piace molto questa poesia che incatena il lettore. La felicità è una ruota di fuoco che attraversa il mondo, l'importante è trovarsi sulla sua traiettoria.
  • augusta il 20/08/2012 11:35
    d'accordo con ugo... bravo...
  • Ugo Mastrogiovanni il 20/08/2012 11:31
    "... la felicità non arriva ma si prende." Io direi che SI CONQUISTA; e conquisterai il cuore di molti lettori con questi tuoi bellissimi versi. Molto bravo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0