PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

I tuoi regali

Negli occhi tuoi che vedo solo io
riscopro certi segni in un tempo non più tuo,
segnali di attenzione e forse di rimprovero
nel contesto in cui io vivo con la carta che va al macero.
Dapprima ti ho ascoltato ma poi non ti ho seguito
in fondo a quella strada io non ci sono andato.
Mi dicevi che tenevi solo alla mia felicità
ho creato un'esistenza, una vita che si fa.
Forse hai ragione tu, forse niente mi ha portato
le parole che mi hai detto, tutto ciò che mi hai insegnato.
Mi volevi professore insegnando a tanti allievi
con due lauree e sei diplomi, forse te lo meritavi
mi volevi capitano di più aziende e cento imprese
ma che invidia e che gran vanto quando arriva fine mese.
Tanti studi mi han portato non in alto ma nel popolo
si racchiude la mia vita delineata da un rettangolo
e di soldi solo il giusto, mi rimane l'esigenza
che ogni giorno sarà nuovo e nasconda una speranza
che quel segno che hai tracciato non svolazzi nella sabbia,
fa' che possa dispensare il sorriso e poca rabbia.
Io non son certo il migliore e non sono mai cambiato
e se torno verso te, ti ridò quello che ho avuto.

 

4
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 27/08/2012 11:51
    Sentimentale, scorrevole e musicale, incorniciata da uno stile veramente bello.

4 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 31/08/2012 13:38
    Un laudo sincero e dovuto per questa tua eccezionale davvero!
  • Anonimo il 21/08/2012 15:19
    l'amore il sentimento vero desidera solo il nostro bene... non si basa su pezzi di carta o altro... i regali possono essere d'aiuto se elargiti con il cuore... come dice terry, custodiscili con te... bella antonio complimenti
  • loretta margherita citarei il 20/08/2012 20:08
    molto intensa poesia apprezzatissima
  • Teresa Tripodi il 20/08/2012 13:28
    Non restituire mai un dono... perderebbe il suo sapore... ma custodiscilo e quando ti va guardalo con un pizzico di nostalgia è la giusta dose da pagare per un affetto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0