PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Anche scrivere è fare

Continua a fare battute:
si trovi un lavoro, cosa fa lei
per tutto il giorno?

Vada a fare il cameriere al mare
oppure l'assistente balneare
o il costruttore di turaccioli invisibili.

Non ho voglia di lavorare,
incastrato in questo sistema,
che distrugge la tua creatività e ti ammala.

Fatti gli affari tuoi per favore,
vecchio arrogante che non sei altro.
Perchè anche scrivere è fare.

 

3
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 21/08/2012 07:29
    La sola poesia non è danaro... non mi trovo nei tuoi versi di rabbia... lo scrivere è un diversivo... il lavoro è il vivere...
    Tutti cercano un lavoro... non la poesia Caro Raffaele...
    CIAO... BUONA GIORNATA
  • Antonio Garganese il 21/08/2012 05:29
    Lavoro e studio sono due parole di cui si fa uso smodato perché indubbiamente piacciono per svariati motivi. Ma chi lo fa davvero? Non certo chi comanda, chi gestisce, chi discute ma, forse, sono quelli che contano di più.

4 commenti:

  • vincent corbo il 03/09/2012 08:20
    Moltissima gente lavora solo per guadagnare quanto basta (o anche meno) per vivere, per cui lavoro uguale alienazione uguale obbligo. I più fortunati (i cantanti per esempio) guadagnano un mare di soldi divertendosi. Poi ci sono quelli che il lavoro se lo sognano. Scrivere è un lavoro, uno dei più nobili perchè fa lavorare l'intelletto ma per alcuni che l'intelletto non ce l'hanno rappresenta solo una perdita di tempo. Condivido la tua poesia e la apprezzo moltissimo.
  • silvana capelli il 21/08/2012 09:36
    Sai Raffaele, ho lavorato quarant'anni interi, da sola ho portato avanti la mia famiglia. Quando lavoravo, pensavo e scrivevo poesie.
    Potevo perchè ero individuale. Il lavoro è dignità, è indipendenza perchè affronti i tuoi problemi con orgoglio, quello che ci vuole nella vita.
    la tua poesia è scritta bene, ma dentro si nota la tua arrabbiatura. ti saluto, un caloroso abbraccio col cuore, Ciao!
  • roberto caterina il 21/08/2012 07:56
    Sì Raffaele, hai ragione: scrivere è un fare e va fatto al meglio..
  • loretta margherita citarei il 21/08/2012 04:53
    non aver voglia di lavorare non è che mi piace tanto come espressione, poichè il lavoro, qualunque esso sia, nobilita e da dignità, personalmente, io mentre lavoro, penso poesia, questo mio vagare nelle idee, mi libera dalla pesantezza del lavoro, che poi ci sono gli impiccioni, beh, sono persone che mi irritano, scusami, ma ne apprezzo la forma, ma non il contenuto, poichè io, forse perchè ho responsabilità familiari, ho dato importanza primaria al lavoro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0