accedi   |   crea nuovo account

Dalle cronache di Aldebaran

Non sempre tornano
i conti

in via dei Tornabuoni

i marchesi
son vittime della moda

una Madonna
fiorente

affascinata
da marche e firme d'ignoto

dipinse l'alba
in una goccia d'Arno la Sua nobiltà di cuore

l'inseguitore
dal viso taurino

tolse
il reggicalze celeste

alle Pleiadi

caddero
a terra

in un giglio

mostrando
nel suo settimo ambaradan la nascita di una ingegnosa Firenze adornata da gnomici monumenti atti a ricordare la grandezza dell'umano respiro in bellezza di maestosi uffizi e splendide cattedrali

 

5
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 21/08/2012 10:20
    Mirabile come sempre... dall'originalità una ventata di verità...
    IL MIO ELOGIO VINCE'
  • roberto caterina il 21/08/2012 09:32
    È una bella e fantasiosa descrizione che ripercorre a suo modo i traffici dei banchieri fiorentini che avevano contatti con Lione e Ginevra, ma, come tu dici, non sempre tornano i conti..

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0