username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ho dimenticato il romanticismo

Ho dimenticato il romanticismo,
uso parole terribili
anche per parlare delle cose più gentili.

Ho bandito il cuore insieme
al cielo e ai gabbiani,
solo la morte da qualche parte
ha resistito, ma non del tutto.

Questa vita è dura,
piena di spasmi e compromessi,
i pochi fiori sono appassiti
per il troppo sole.
Che fa quasi rima con rancore.
Non c'é niente di tanto ovvio
da dover passare ad ogni costo
sotto silenzio.

Ci sono state sere in cui
ho scambiato il mal di spalla
per qualcosa di più serio,
e non ho dormito come avrei dovuto.
Cinico è chi certe cose non le capisce.
Io guardo la realtà in faccia,
anche se a volte mi fa compagnia la tristezza,
specialmente di domenica.

Ho dimenticato il romanticismo,
il colpo di grazia fu a giugno,
giusto un decennio fa.

Vorrei giudicarmi,
ma non sono mai veramente calmo,
non sono mai obiettivo.
Canterò delle foglie nascenti,
tanto per fare scena
Non corro rischi,
perchè non m'importa nulla del perdono.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 22/08/2012 18:27
    Tanta rabbia... per le tante piaghe del quotidiano vivere...
    Encomiabile il distico di chiusa...
    IL MIO PLAUSO... CIAO SALVATORE

1 commenti:

  • loretta margherita citarei il 22/08/2012 16:57
    passerà spero, ma amico mio, de sti tempi come si fa ad esser romantici se sempre ci incazziamo x come va la vita? apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0