username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'uomo alla fine

Vorrei tornare là
dove bambino
tutto era bianco
la donna era bene
e la vita una lunga via
con molte braccia

 

7
9 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 27/08/2012 12:45
    trovo che la donna sia sempre bene perché è la custode della Vita, di tutta la vita. Bella la metafora della vita dalle molte possibilità. Credo che però le possibilità non finiscano mai, in qualsiasi punto in cui ci si trovi si hanno davanti un ventaglio di possibilità. Saluti!
  • Gianni Spadavecchia il 25/08/2012 19:02
    Una lunga via con molte braccia, tante vie. Bei versi, rimpianto.
  • Centrone Stefano il 25/08/2012 18:22
    Poesia che esprime chiaramente quali sono i sogni di un uomo che vuole tornar bambino poiché all'epoca era tutto più semplice nel vivere.
    L'essere uomo, ora, lo imprigiona nel suo malgrado esistere.
    Vuole però almeno ricordare quei momenti dove anche la vita era più sana nel suo essere vissuta intensamente e, soprattutto, cone passione.
    Bella composizione e spero di aver fatto una discreta recensione e commento alla tua poesia.
    Ciao!
  • Rocco Michele LETTINI il 23/08/2012 07:13
    Commosso a cotanto veritiero verseggio ti plaudo con lode...
    I MIEI COMPLIMENTI GIORGIA
  • Raffaele Arena il 23/08/2012 01:18
    Stupenda sintesi di un mondo che solo in parte è scomparso. La donna è la logica della vita, chi non ha una compagna, come il sottoscritto, anche se ho tante amiche, vive triste, dimezzato, come il Visconte di calvino. Gran bella lirica, perchè stimola tante riflessioni.

9 commenti:

  • bruno guidotti il 12/02/2013 08:19
    La poesia fa rivivere antiche emozioni, le quali, soltanto con una accentuata sensibilità, se ne possono apprezzare le forti vibrazioni e valori.
  • Raffaele Arena il 14/10/2012 14:34
    L'uomo alla fine lascia sempre una traccia di se e non finisce mai. Può essere con una poesia letta da centinaia di persone, con la nascita di un figlio che prosegue la sua prole. E poi, il mio immaginare di esser bambino è un insieme di colori, e decidere una direzione coerente che fa crescere la nostra anima. Poseia scritta in modo elementare ma non per questo banale. Piaciuta, grazie.
  • augusto villa il 26/08/2012 20:42
    Sei bei versi... una bella poesia. Ben scritta!
    ------
  • Vincenzo Capitanucci il 26/08/2012 09:45
    Bellissima Giorgia... ritornare fanciullo... fra le braccia aperte di una Donna... senza tempo...
  • augusta il 25/08/2012 10:30
    una moltitudine di domande...
  • SalvatoreCierro il 24/08/2012 23:43
    Sei la figlia di Pascoli, nonostante l abbia portato alla tesina, sono molto contrario alla sua filosofia del "fanciullino" la donna è sempre bene, però insomma oltre a scrivere bene comunque hai dato una visione realista della figura del bambino, mi piace molto, complimenti
  • tylith il 24/08/2012 14:12
    Davvero una lirica molto profonda che offre al lettore molteplici interpretazioni e che da coraggio e speranza! Ottima davvero!
  • Silvia Zordan il 23/08/2012 10:28
    In un momento della mia vita in cui sto per prendere una strada nuova, mi rendo davvero conto che l'uomo alla fine non è altro che ciò che sceglie di essere.
    Bellissima poesia, complimenti!
  • loretta margherita citarei il 23/08/2012 05:52
    molto apprezzata complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0