username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il Segreto

Si perde il pensier
trai cirri del cielo,
quando tristezza e noia
recan l'ore,
ad attender luminoso
il sole.

Stormon tranquille le foglie
d'aprile
nella queta aer primaverile:
ritorna da le fronde
il notturno gattino
che ha veduto brillar la rugiada
del mattino:
negl'occhi nasconde
il silenzio dei prati,
il profumo dei fior appena sbocciati;
del fiume conosce
la moneta d'argento,
mio dolce desio cullato dal vento.

D'una vita ch'oscilla
nella malinconia del tempo
non di rado mi fugge il senso;
chiedo allor al notturno gattino:
- Qual è il Segreto della Serenità? -
- Dentro di noi - sorrise giocondo
- c'è un libro bianco e nero
ch'io mi fermo a leggere ogni tanto,
quando non son sicuro del sentiero,
perché è lì ch'è scritto tutto quanto.

 

5
5 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 01/03/2014 00:18
    Molto apprezzata questa tua
  • Rocco Michele LETTINI il 24/08/2012 21:41
    Come non plaudir una giovane poetessa che avanza con versi che teneramente entrano nel cuore... spargendo intensa emozione...
    IL MIO
    ALESSSIA
  • Antonio Garganese il 24/08/2012 19:50
    Poesia tenera e dolce che invita a guardarsi intorno con semplicità per essere felici. Non è facile, ma si può provare.

5 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 20/04/2013 06:49
    Stupito dalla Tua bravura.. Alessia... fantasia classica e modernità... certo anche Rimbaud era magico... nel suo scrivre a 16 anni... io non scriverò bene così... neanche ad 80 anni... complimenti... il segreto... leggere il nostro libro dentro...

    leggersi...
  • Anonimo il 28/09/2012 08:35
    Poesia significativa, molto bella.
    Complimenti, giovane Poetessa!
  • Ferdinando Gallasso il 20/09/2012 08:43
    STUPENDA Poesia. Una lettura che mi ha coninvlto ed emozionato tantissimo. Complimenti a te
  • loretta margherita citarei il 24/08/2012 15:39
    profonda poesia, molto bella complimenti
  • giorgia il 24/08/2012 13:49
    D'una vita ch'oscilla
    nella malinconia del tempo

    che bella immagine Alessia, al punto giusto per chiudere la tua fragrante poesia, fresca. Odora di frutta che nasce spontanea.

    Io mi chiamo Giorgia. La mia vita oscilla nella malinconia del 2006, il tuo sguardo così giovane può essere luce. A presto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0