accedi   |   crea nuovo account

Cercando un'idea nuova per salvare dallo stagno le Figlie ed i Figli di Madamadorè

Fuori
solo
Furori

da non lenire

con le solite
svogliate
sviolinate
di viole e rose

dal tempo erose

senza
il Tuo Amore

a venire
nella scelta del più bello

inedito
sogno

atto
a spiazzare
il confuso camino dei pensieri
dalle anticamere sonnolente di un cervello a castello

il Re domanda soltanto una bellissima silenziosa Idea

attizzata
di modellante busto

a favore di combustione

che possa coprire con la sua ala di sole tutti i malesseri fumosi del mondo

Per non essere montata
in una notte di luna piena nella vergine neve di un chiaro albume

ogni cosa
di vuoto

languisce
nel forno

lentamente
spegnendosi
nel sacro tuorlo del fuoco

il Pan di Spagna
si sgonfia

morendo
d'inedia

fra stracci e toppe

di stagnante carta stagnola

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Credo di aver bisogno di un urgente ricovero coatto... lol...


3
2 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Attanasio D'Agostino il 25/08/2012 20:29
    dolori e dolcezze si mescie tra le righe guidate dal tocco poetico... a me, l'onore dell'inchino, ciao Vincè buona domenica
  • Anonimo il 25/08/2012 20:10
    Questa tua opera di un continuo crescendo, cattura il lettore come un vortice fino alla chiusa che è bellissima.
    Complimenti.
    Ottima poesia Vincenzo... molto originale...
  • roberto caterina il 25/08/2012 17:17
    ci sono alcune immagini carine come il cervello a castello e il pan di spagna che muore di inedia... ricorda un po' una parodia operistica, utilizzata talvolta nell'ambito delle artiterapie e, quindi, vicina alla follia; altre cose sono, a mio avviso meno felici, come la rima rose erose o la stagnante stagnole perché appesantiscono un po' il testo.. ma nel complesso mi è piaciuta..
  • Rocco Michele LETTINI il 25/08/2012 14:50
    NOH... MATTI DIVENTIAMO NOI A CENTELLINARE IL TUO PENSIERO POETICO...
    UN ALTRO TITOLO ALLA WERTMULLER... SENSAZIONALE POI NELL'INCANTEVOLE CORREDO... BRAVO VINCE'
  • Anonimo il 25/08/2012 14:46
    ahaha! Io la trovo invece semplicemente fantastica! Giocosa e lirica allo setsso tempo!

2 commenti:

  • karen tognini il 26/08/2012 09:01
    Molto particolare.. bella.. cela la tua instancabile ricerca al benessere spirituale...
    il mondo fuori sgonfia tutto cio' che è amore...

    Molto bella Vincenzo...
    non so se ho capito bene il tuo sentire...
  • loretta margherita citarei il 25/08/2012 15:43
    sei un vulcano amico mio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0