username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Venti dicembre

Se penso a quell'amore che partì timido
Quasi per caso
In un'aula di inglese... nice to meet you...
Me and you
Non ci avrei scommesso
Pensavo si fermasse lungo la strada
Che di fiori non sempre è costellata
Pensavo si arrendesse alla fatica al dovere
Alla stanchezza e alla noia ad una sbandata
Anche le più belle fiabe hanno sempre una fine
Ma è diventato maggiorenne
Ed è cresciuto
Ora guarda avanti vent'anni...
Ti amo ancora
Non ci avrei creduto
Di parole e di poesie è pieno il mondo
Ma alla più bella non servono parole
Quando a scriverla
È l'amore

 

4
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 26/08/2012 11:44
    Descrizione di un amore nato per caso e che sopravvive dopo tanto tempo con la forza della quotidianità, poesia cui non servono parole.
  • Rocco Michele LETTINI il 26/08/2012 10:40
    UNA POESIA... NATA DALLA PUREZZA DI UN AMORE...
    MIRABILI VERSI LAURA... CIAO

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0