PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

19 Giugno

Quel pendolio tra sonno e ansia,
Quella paura nascosta sotto le pieghe della noncuranza,
Quella voglia di svegliarsi domani
Quella voglia di aspettare l'alba.
Saluti infiniti
tra gente che non vuol restare sola tra i suoi pensieri.
Uno sbadiglio e uno sfogliar di pagine.
La testa pesante.

Date, nomi, ideologie, dittature, pensieri e pensatori
Tra un mese dimenticate
Schiacciate dall'ansia di un imminente futuro
L'unica certezza, domani
Siepe di rose in cui ti ripari.

 

3
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • alessandra moschella il 03/09/2012 20:51
    Bella... E poi e' il mio giorno!!!!
  • stella luce il 27/08/2012 23:43
    molto bella... densa di un ottimismo un poco triste... ma prevale la voglia di vedere il proprio futuro di non essere solo pagine sfogliate in questa vita... ci si ripara in un domani coronato di rose ma anche di spine... la vita... bravo e ben arrivato qui...
  • Anonimo il 27/08/2012 21:19
    Molto bella, piaciuta
    Complimenti
  • alexander il 27/08/2012 18:36
    Grazie mille, sei la prima persona che legge una mia poesia e sono felice che tu l'abbia apprezzata!
  • loretta margherita citarei il 27/08/2012 16:04
    molto apprezzata complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0