PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ti guardo, ti vedo, ma non ci sei

Profumo evanescente,
pelle d'oca.
C'è qualcosa nell'aria.
Percepisco la tua presenza,
il tuo etereo odore.

Ti guardo, ti vedo, ma non ci sei.

Ligia al mio dovere,
i miei occhi scorrono il paesaggio
attraverso la polverosa finestra.
Tetra.
Scura.

Ti guardo, ti vedo, ma non ci sei.

Aria di primavera:
nascono i fiori,
splende il cielo,
il sole si risveglia pallido.
La vita.

Ti guardo, ti vedo, ma non ci sei.

Il nulla.
E un soffio,
un anelito di vento,
un attimo impercettibile.
La morte.

Ti guardo, ti vedo, ma non ci sei.

Tutto scorre inesorabile.
Ricordi scoloriti,
foto ingiallite.
Il tempo ti culla fra le sue braccia.
Eternamente.

Ti guardo, ti vedo, ma non ci sei.

 

1
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 28/08/2012 21:26
    Mi è piaciuta molto, Anna, pregna di una malinconia sussurrata, elegante, bella!
  • Ettore Vita il 28/08/2012 16:05
    Bella ed emozionante. Corre su due piani, come evidenzia Rocco. Ma i versi prendono vita anche o soprattutto dal dualismo essere-apparire, dal reale che è solo finzione o immagine, pensiero.
  • Rocco Michele LETTINI il 28/08/2012 04:56
    È SUPERFLUO ATTENDERE CHI OCCHI E LOBI NON HA...
    HO SCORSO UN DESIDERIO D'AMORE... LIMPIDO... SINCERO... PURO...
    IN MIRABILI METAFORE...
    IL MIO
    ANNA

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0