username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poesie sulla pace

Pagine: 1234... ultima

Oblio

Una scia luminosa.
Un desiderio espresso.
Un sogno che nasce.
Una fantasia.
Una stella che muore.
Un sospiro.
Gioia, dolore.
L'oblio.



Di quanto sangue

non son morti invano!
ma quanti
quanti moriranno ancora?
e quanti,
quanti son morti già?
civili o soldati
volontari o pagati,
francesi o italiani
americani o talebani,
son tutti,
tutti esseri umani,
e nessuno sa dir
di quanto,
di quanto sangue
per sfamarsi, questa pace
ha bisogno ancor.



Ratzinger! Grillini! Berlusconi!

Riposo notturno
istinto sessuale
fluviale liquido emette.

Mente sveglia
di tabù sessuale svilisce
di turbinio sessuale avviluppa.

Ratzinger! Grillini! Berlusconi!
canto del vivere
si fa battaglia.

Religiosi gay eteri
rancori svelenite
idee diverse incanalate
di libertà anarcoreale gioite.



Malinconica pace

Pregna d'aromi l'aria di brughiera,
Nei silvani silenzi, son riapparse
Ginestre sulla rupe di scogliera
E dall'onda conchiglie rosa sparse
Sopra la terra molle.

Occhi di luce sopra verdi zolle,
e prigioni di mia malinconia
Che nell'ombra ricolma mille ampolle
D'oro, d'amaro tè e monotonia
Di parole fuggenti.

Scrosci d'acqua che allagano le menti,
E polveri che offuscano i pensieri;

[continua a leggere...]

2
3 commenti    2 recensioni      autore: Verbena


Oggi, Domenica di Pasqua

'No scampanìo alza
l'Uomo de la purezza
a viver l'Eden.

Su lo Terreno fluire
sempre immorale agire.



Rallento

Con fretta,
da anni ho colmato
il tempo che accanto saetta,
forse da quando son nato,
con furia da sempre ho marciato.
Nessuna fermata
e la vetta sperata mai guadagnata.
Ma bizzarra sorpresa,
impossibile indugio mi sussurra un rifugio:
<Rallenta>.
Imprevisto pensiero di tregua m’intralcia la strada;
d’un tratto mi sono concesso un quesito:
“Vado o ritorno or che il giorno dilegua

[continua a leggere...]



Vieni pace

Come un fiore del suo stelo,
di rugiada l’arsa zolla,
come il buio di una stella
che ci guidi nella notte,
come un frutto del suo sole,
come vela del suo vento,
come il pianto d’un bambino
di una voce amica e dolce,
così l’anima mia stanca
di te ha bisogno, pace.
Vieni!

0
45 commenti    1 recensioni      autore: Ada FIRINO


Il piano

Maestosa presenza
sussurri musica soave
che l'animo nutre.
Signore dell'armonia interiore
sprigioni in me gioie infinite.
Cascata d'acqua limpida,
dirigi i miei passi incerti,
guidi le mie mani
appassionando le mie membra.



A Schumann

Sei polvere al
Centro della terra.
Ma i tuoi cerchi,
Con quelli neri,
Hanno incantato
Il mondo.

Ascoltavo
In una serata
Di primavera
Calda, la melodia
Che era nell'aria.

Questa musica
Univa stelle
A stelle
Pianeti a
Pianeti,
Si allungava
All'infinito
Fino alla fine
Dell'universo.

Tutto il pianeta
Faceva eco a tanta
Melodia soave.

Ecco questo
È l'universo
Qu

[continua a leggere...]



La bandiera (2003)

Sventola su terrazzi, balconi e campanili
L'ho vista nelle vetrine, nei bar e nelle scuole
Ne hanno parlato in TV, alla radio e sui giornali.
Io non so se ho fatto bene oppure no
ma l'ho tolta dopo un po'.
Ho un posto ideale dove farla sventolare.
Qui nel mio cuore
che senza far rumore
vuol dare un po'd'amore.
"E la guerra?"
"Come?"
"La guerra!"
"Non capisco!!"

[continua a leggere...]




Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Poesie sulla paceQuesta sezione contiene poesie contro la guerra, sulla pace. Pensieri e frasi sulla pace e la fratellanza