PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Poesie sulla politica

Pagine: 1234... ultima

Anche Noè con contratto a progetto

Ma lo senti che caldo che fa?
Che oggi ho fatto una corsa
tra un po' mi prende un colpo.

Pensa anche tu a una goccia di pioggia,
pensiamolo tutti insieme... e dai!!!
Noè è richiamato in direzione,

attenzione: Noè è richiamato in direzione...
Finalmente, non ne potevo più
di questa cassa integrazione!!!!

Millenni passati a non far niente e ora,
finalmente...
No, vede Signor N

[continua a leggere...]

   3 commenti     di: Raffaele Arena


IL vero incubo: uomini zombie ancora in politica

L'incubo è tornato
viso liftato
tanto che gli occhi

han le palpebre chiuse.
Non vuol esser giudicato
non risponde a domande scomode

si arrabbia con i giornalisti
sono tutti comunisti.
Ha già ridotto l'Italia a pezzi

ora la vuol macinare
speriamo non sia votato
nel caso,
non avremo più da mangiare.

(che già ora...)

   1 commenti     di: Raffaele Arena


Non ne posso più di certe notizie

Così il rappresentante
di un'istituzione
del parlamento

che in parte è
lo specchio volgare,
di questa Italia

sgretolata da terremoti,
diluvi, malaffari
politici e mafiosi,

da camorra, triadi,
'ndrag

[continua a leggere...]

   4 commenti     di: Raffaele Arena


Il capitalcomunista

C'era una volta
un politico italiano
di fede comunista
con un capitale
non scritto ma reale
davvero niente male.
Un dì qualunque
un povero cristiano
gli volle domandare
come potesse conciliare
fede e capitale.
- Guardi - rispose arguto
il capitalcomunista:
- Il mio rapporto con il capitale
è come quello dei cristiani
col peccato originale! -
Morale:(un poco amara)
Ognun si teng

[continua a leggere...]

   1 commenti     di: franco buniotto


Crisi (La peste nera)

Anime vuote
senz'ombra né luce,
si aggirano inquiete
meste e mute.
La vita sorride sull'alto colle
Ch'esposto al sole
l'Eterno volle.
Ma da lassù il grande sultano,
stentò a tendere la mano
e cadde violenta la peste nera
bruciando ovunque ali di cera.
E.. a ridosso della valle
caddero violenti
ceneri e lapilli,
.. ingrigiron anche i pistilli,
che dei fiori son i pupilli.
Tutto

[continua a leggere...]

   2 commenti     di: GIUSEPPE



Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

Questa sezione contiene poesie sulla politica, pensieri e frasi sui ai politici