username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Pensieri sulla vendemmia e il vino

Pagine: 1234567

Dolci Ricordi (Dante guida il trattore)

Lunghi filari,
uva matura.
Grossi grappoli nelle piccole mani.
Ceste stracolme.
Canti, risa e poi...
in cantina finalmente.
Si pigia l'uva!!!
Non mi piaceva il vino.
Ora, sorseggiandolo,
dolci ricordi nel suo profumo.



Vino

Odorare, annusare
rinvenire sensi
emozioni vissute
colori smarriti
scoprendo se stessi
attraversando un silenzio
felice, naturale.
Sorpreso sopito
dentro il mio naso
odor di passato
distillo presente
dal profumo sottile
che intenso diviene.
Evade il ricordo
dalle pareti dell'intelletto
con corde di vino
e poche parole,
allarme all'esperienza
che fiera raccoglie
l'amore d

[continua a leggere...]

1
0 commenti    0 recensioni      autore: bernardo


Bevendo una Nebbiolina ai piè del monte Venere

Camminando
su un sentiero d’iniziazione

Ossi-geni i tuoi folcloristici bouquet di fiori secchi
insaporendoli
roteandoli in supremo attento silenzio

Contempli il tuo viso

assaggiandoti in sacra coppa
nel tuo lucido trasparente bicchiere di cristallo

anche le freddi indesiderate nebbie avvolgenti
sono le luci distillate di un rivelante mantello

mentre cammini sempre più corpo

[continua a leggere...]



Uva

Umil autunno
Vaga sformanno chicchi.
A l'ebbro cade!



La vendemmia che più non c'è

Co' li baci
e le carezze
de fra sole,
li grappoli d'uva
rubino e oro
a la raccolta
maturi erano;
in cestoni de vimini
da giovini aitanti e belli
a la pigiatura
portati erano;
e qui
bimbi, giovini
e donne
a piedi nudi
e gambe scoperte,
canticchiando
danzando pigiavano pigiavano,
quel che po'
nettare de Bacco
divenia.



Il buon vino

Stappo, bevo e canto,
ed a volte e' pure santo.
Agrumi, ciliegia o legno,
e il tuo cuore prende in pegno.

Rosso, bianco e rosa,
e alla fine hai una sposa!
Sopra o sotto il tavolo,
stai tranquillo non e' il diavolo!

Quarto, mezzo e uno,
e paura hai più di nessuno.
Cheers, prosit, salute,
e le amarezze son perdute.



Dopo la vendemmia

Variopinti e dolci pendii
a me si presentano
in filari di viti
che prendon sonno.



Oste o scrittore?

Di Lande Remote,
il Vino rimesto,
in quelle dozzine,
due all’incirca,
di Brocche stipate
in un’Alta Cantina.



Vino asprigno

Senza vigor
e senza calor,
asprigno dunquo
è 'sto vinello settembrino,
se de esso cura a dover
a su' tempo nun fu presa.



Dopo la vendemmia

Era un rito, dopo la vendemmia.
Il paese si vestiva a festa di voci, colori, umori, sapori.
Un dolce ed intenso profumo si sprigionava dalle casse di legno
dove gonfi occhieggiavano biondi, bruni e rosati
i grappoli d'uva!
Avide mani bambine staccavano le perle dolci e succose
prima di essere gettate dentro al torchio che impietoso
decretava la loro fine.
Si trasformano in succo goloso ch

[continua a leggere...]




Pagine: 1234567



Cerca tra le opere

Pensieri sulla vendemmia e il vinoQuesta sezione contiene poesie, pensieri e frasi sul vino, sul piacere del buon bere, poesie sul mosto, sulla festa della vendemmia dell'uva, sulla pigiatura e la spremitura dell'uva