username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Cose veloci

allora mi ricordo che erano gli anni ottanta ma proprio al principio e c'era tantissimo freddo e tutti eravamo in casa a guardare domenica in e a un certo punto pippo baudo ha presentato Garbo
e Garbo negli anni ottanta era all'inizio degli ottanta per alcuni di noi e per tutti era Garbo era un simbolo di quegli anni che non si capivano anche per noi che ogni notte eravamo lì a bere caffè a bere il caffelatte a aspettare una cosa che la radio diceva il freddo novembre radioclima e le prime aste alla tele e tantissima ansia e
allora era sempre novembre anche d'estate c'era quel clima con i treni che andavano in posti bui cigolanti il moncler il neoromanticismo david bowie david bowie david bowie david bowie david bowie e l'amore etero e violento che
e noi i ragazzi dello zoo di berlino i kraftwerk i depeche mode i radar the wall elisabetta virgili diana est i ragazzi dello zoo italia l'autunno mario castelnuovo la persistenza dell'autunno delle foglie l'era del cinghiale bianco the sound of the silent age d'autunno quando
pippo baudo ha annunciato Garbo alla televisione io mi sono emozionato e tutta la mia generazione stavamo lì a guardare la domenica la tele
o anche in discoteca a ballare i righeira taffy gino soccio i talk talk i duran duran e david bowie david bowie david bowie david bowie ma comunque più spesso zitti in un angolo nel buio aspettando di limonare una volta quando
è arrivato emaciato stralunato allampanato Garbo e pippo baudo gli ha chiesto improvvisamente cosa voleva fare lui con le sue canzoni in modo brutale pippo baudo si è avvicinato a Garbo forse era meglio come conduttore di domenica in preferivo corrado glielo ha chiesto e io guardavo la tele e
allora quella volta Garbo era in difficoltà si sentiva smarrito spiazzato ha detto che voleva fare poesia come così improvvisamente pippo baudo glielo aveva chiesto quello che voleva fare e come generazione anche devo dire noi
ad esempio anche io passando capodanno da solo a ascoltare Garbo se per esempio avessi conosciuto una ragazza non soltanto per i pompini ma
come certe forme di amore eterno e dolcissimo e infantile e assoluto che sognavi quando guardavi noi i ragazzi dello zoo di berlino e ascoltavi doot doot dei
come ad esempio anche cecchetto di notte e
che insomma pippo baudo gli ha detto la poesia? che cosa è la poesia e
quella volta Garbo ha indugiato un po' era imbarazzato e allora tutti insieme
io volevo scappare nel video di heroes come quando la mia ragazza la mia prima ragazza mi ha lasciato oppure volevo scappare in un quarantacinque giri di garbo e
allora Garbo ha fatto due accordi con la chitarra ha detto che la poesia è
e anche tutte queste cose che passavano e passano e bruciano veloci e che bisogna dire che sono la vita

 


4 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiana melis il 04/05/2011 20:43
    non ho finito di leggere, ho smesso alle prime tre righe... peccato che un colpo di vento abbia spazzato via tutta la punteggiatura...
  • Donato Delfin8 il 21/02/2011 19:37
    molto bello.
  • il 14/02/2011 14:23


    Suz
  • Manuele Gallico il 01/01/2010 19:26
    bellissmo!