username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quando l'amore chiama

Quando l'amore vi chiama seguitelo. Anche se le sue vie sono dure e scoscese. E quando le sue ali vi avvolgono, affidatevi a lui. Anche se la sua lama nascosta tra le piume potrebbe ferirvi. E quando vi parla, abbiate fiducia in lui. Anche se la sua voce può infrangere i vostri sogni come il vento del nord devasta un giardino. Perché l'amore come vi incorona, allo stesso modo può crocifiggervi. E come vi fa fiorire, allo stesso modo vi recide. Allo stesso modo in cui ascende alle vostre sommità e accarezza i vostri rami più teneri che fremono nel sole, così può scendere fino alle vostre radici e scuoterle fin dove si aggrappano alla terra.
Come covoni di grano vi raccoglie intorno a sè.
Vi batte fino a spogliarvi.
Vi setaccia per liberarvi dai vostri gusci.
Vi macina fino a ridurvi in farina.
Vi impasta rendendovi malleabili.
Poi vi affida alla sua sacra fiamma, per rendervi pane sacro per il sacro banchetto di Dio.
Tutto questo vi farà l'amore perché conosciate i segreti del vostro cuore, e perché in quella conoscenza diveniate un frammento del cuore della vita.
Ma se nella vostra paura dell'amore cercherete solo il piacere e la pace, allora meglio farete a coprire la vostra nudità e ad abbandonare l'aia dell'amore per il mondo senza stagioni dove potrete ridere, ma non tutte le vostre risate, e piangere, ma non tutte le vostre lacrime.
L'amore non dà nulla se non se stesso, e non prende che da se stesso.
L'amore non possiede, né può essere posseduto. Perché l'amore basta all'amore. E non potete pensare di comandare il cammino dell'amore: se vi trova degni, è lui a dirigere il vostro cammino. L'amore non ha altro desiderio che realizzare se stesso.

 


4 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 20/03/2010 19:05
    Fantastico
  • maria caputo il 06/02/2010 17:15
    L'amore, non possiede, ne può essere posseduto, perchè l'amore basta all'amore, senza secondi fini... Bisogna seguire sempre il cuore.
  • il 02/02/2010 22:17
    Sono versi molto profondi che dovrebbero essere urlati dagli altoparlanti e ascoltati con i timpani del cuore. Se più gente si facesse rapire dalla spontaneità di un componimento come questo e fosse disposta ad udire quella verità che Khalil Gibran ci ha donato con le sue opere, il mondo sarebbe decisamente un posto migliore. Ma è per chi è ancora in grado di ascoltare che poeti come il Gibran continuano a scrivere, e a me piace pensare che siano in molti. Solo un grande uomo poteva lanciare un messaggio così profondo, e Khalil Gibran è un grande uomo.
  • Mirka Naldi il 03/12/2009 14:54
    Lo trovo uno splendido inno all'amore, quello vero. Ed è altrettanto vero che, quando chiama, non resta da fare altro che seguirlo.