username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il treno ha fischiato

pagine: 12345

Farneticava. Principio di febbre cerebrale, avevano detto i medici; e lo ripetevano tutti i compagni d'ufficio, che ritornavano a due, a tre, dall'ospizio, ov'erano stati a visitarlo.
Pareva provassero un gusto particolare a darne l'annunzio coi termini scientifici, appresi or ora dai medici, a qualche collega ritardatario che incontravano per via:
Frenesia, frenesia.
Encefalite.
Infiammazione della membrana.
Febbre cerebrale.
E volevan sembrare afflitti; ma erano in fondo così contenti, anche per quel dovere compiuto; nella pienezza della salute, usciti da quel triste ospizio al gajo azzurro della mattinata invernale.
Morrà? Impazzirà?
Mah!
Morire, pare di no...
Ma che dice? che dice?
Sempre la stessa cosa. Farnetica...
Povero Belluca!
*E a nessuno passava per il capo che, date le specialissime condizioni in cui quell'infelice viveva da tant'anni, il suo caso poteva anche essere naturalissimo; e che tutto ciò che Belluca diceva e che pareva a tutti delirio, sintomo della frenesia, poteva anche essere la spiegazione più semplice di quel suo naturalissimo caso.

*Veramente, il fatto che Belluca, la sera avanti, s'era fieramente ribellato al suo capo ufficio, e che poi, all'aspra riprensione di questo, per poco non gli s'era scagliato addosso, dava un serio argomento alla supposizione che si trattasse d'una vera e propria alienazione mentale.
Perché uomo più mansueto e sottomesso, più metodico e paziente di Belluca non si sarebbe potuto immaginare.
*Circoscritto... sì, chi l'aveva definito così? Uno dei suoi compagni d'ufficio. Circoscritto, povero Belluca, entro i limiti angustissimi della sua arida mansione di computista, senz'altra memoria che non fosse di partite aperte, di partite semplici o doppie o di storno, e di defalchi e prelevamenti e impostazioni; note, libri mastri, partitarii, stracciafogli e via dicendo. Casellario ambulante: o piuttosto, vecchio somaro, che tirava zitto zitto, sempre d'un passo, sempre per la stessa strada la carretta, con tanto di paraocchi.
Orbene, cento volte questo vecchio somaro era stato frustato, fustigato senza pietà, cosi per ridere, per il gusto di vedere se si riusciva a farlo imbizzire un po', a fargli almeno drizzare un po' le orecchie abbattute, se non a dar segno che volesse levare un piede per sparar qualche calcio. Niente! S'era prese le frustate ingiuste e le crudeli punture in santa pace, sempre, senza neppur fiatare, come se gli toccassero, o meglio, come se non le sentisse più, avvezzo com'era da anni e anni alle continue solenni bastonature della sorte.
Inconcepibile, dunque, veramente, quella ribellione in lui, se non come effetto d'una improvvisa alienazione mentale.

12345


9 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Andrea il 20/09/2012 09:08
    fantastica verità uscita dalla penna del più grande autore italiano del secolo scorso(per la prosa) insieme a montale(per la poesia)... il povero e "circoscritto" Belluca considerato pazzo da una massa di fantocci con i paraocchi, e invece solo bisognoso di un po' di libertà raggiungibile solo nel sogno... brano discusso pochi mesi fa per la maturità in relazione alla tematica onirica, è, insieme alla "maschera" e "la patente", la novella pirandelliana che più mi affascina
  • Stefy Cs il 12/04/2011 21:46
    Da siciliana... sono doppiamente orgogliosa di un artista cosi grande come lo è stato lui...
  • Ettorina Gerbelli il 27/04/2010 15:36
    La vita per lui non era altro che lo scorrere del tempo tra casa e ufficio, niente aveva presa su di lui, finchè un giorno all'improvviso, la sua mente si scuarciò e un treno fece sentire il suo fischio e per lui tuttocambiò.
  • Piero Simoni il 07/12/2009 20:42
    pirandello!! Grande conoscitore della mente umana..
  • maria grandinetti il 29/10/2009 08:28
    gigantesco!
  • claudia bugliani il 20/05/2009 23:20
    mi è sempre piaciuto. ricordate la patente??? bellissimo
  • il 20/04/2009 15:37
    Bellissimo! Questo racconto è assolutamente fantastico!
  • il 01/03/2009 13:55
    Non conoscevo questo racconto, che trovo bellissimo davvero...
  • il 24/02/2009 18:37
    Bellissimo... Pirandello è davvero il precrsore della psicologia scientifica propriamente detta.