username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Vita

Sull’orlo di un laghetto un pescatore, immersa la canna nell’acqua, sta in attesa. Ha il volto immobile, lo sguardo teso, le spalle un po’ curve; un berretto strano lo protegge dal sole anemico del tramonto. Un uomo, in piedi dietro a lui, fissa l’acqua nel punto in cui il filo della canna forma piccoli cerchi di onde. Un giovanotto è sdraiato sull’erba, con gli occhi rivolti al cielo; una ragazza accucciata vicino, gli posa la testa sul petto. Intanto, nel cesto di vimini del pescatore, un pesce sussulta nell’agonia, si torce, socchiude ansando la bocca.
E’, nella sconfinata noia della domenica, l’unica creatura che esprima una disperata volontà di vivere.

(Dal libro "La vita è bella nonostante")

 


1 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 21/07/2009 11:04
    Grazie allo staff della pubblicazione, ma è passato tanto di quel tempo da quando ve l'ho inviata che nemmeno me ne ricordavo.