PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sexy-voice

Se non hai un buon argomento non iniziare neppure a battere sui tasti. Non so chi l'ha detto, o se l'ha detto detto qualcuno. Forse me lo sono inventato io.
La verità è che il buon argomento non ce l'ho, eppure mi sono incaponito a voler battere i tasti del PC. Ti è successo altre volte, confido a me stesso, poi strada facendo qualche buona idea ti è arrivata.
Ma oggi, in questo momento, l'unica cosa ad arrivare è lo squillo del cellulare. Ma dove ho messo quel maledetto arnese... ah, eccolo qui, sotto la biancheria da lavare.
"Pronto?"
"Passami Betty!"
(Una voce femminile. Interessante! Deve essere molto giovane. Non so come faccio ad essere così analitico in pochi attimi)
"Pronto, sei ancora in linea? ... allora, me la passi Betty?"
"Temo sia uscita. Ti faccio richiamare appena rientra. Lasciami il tuo numero."
"Sei Bob, vero? Non ho sbagliato? È che si tratta della prima volta che ti sento... pensa che Betty neppure mi aveva detto di avere un nuovo ragazzo. Comunque devi essere un po' tonno... il mio numero Betty ce l'ha già da un sacco, e poi rimane anche nella memoria del tuo telefonino."
"Hai ragione. Il fatto è che hai una voce così sexy che non mi fa ragionare."
"Ah! Cominciamo bene... povera Betty! Comunque grazie e ciao."
Ha riattaccato. Ho sbagliato qualcosa? Non so neppure come si chiama... perché non l'ho chiesto? Chi sarà questa Betty? Memorizziamo comunque in rubrica il numero di Sexy-voice... ecco, la chiamerò così... può essere che ne nasca qualcosa di buono... magari un bel racconto.
Un'altra volta quella lugubre suoneria. Devo mettere un motivetto più allegro.
"Ciao, sono di nuovo io. Ho scordato di dirti che mi chiamo Claire."
Che tempismo!
"Bel nome. Sei francese?"
"Cosa te lo fa capire?"
"Beh! Hai una erre arrotata alla francese che è una goduria sentirla."
"Mia mamma è francese. Ma è poi tornata Betty?"
"Senti Claire, voglio essere sincero con te... qui non c'è nessuna Betty ed io non mi chiamo Bob!"
"Lo sapevo... era troppo strano che Betty non mi avesse detto di un nuovo ragazzo. Quindi non ti chiami Bob?"
"No, sono Alex."
"Suona bene, gran nome! Lo sai che anche tu hai una bella voce... ma ora devo chiudere, mi stanno cercando. Ciao, Alex."

1234

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Sofia Rossi il 06/10/2011 18:22
    A sorpresa il finale che fa cadere le aspettative da film con finale da sogno. Un sorriso amaro su quella frase di Giuseppina "È forse un delitto voler essere desiderati?" che è purtroppo una verità. Molto piaciuto. 5 stelle
  • Anonimo il 26/09/2011 18:05
    Un bel racconto... molto simpatico, scritto con maestria e stile personale. Ogni volta che leggo un racconto che mi piace, senza commenti, mi chiedo perché io abbia tanti commenti nei miei considerato che non sono certamente migliore del tuo. deve essere un fatto di visibilità, come dire. insomma, diciamo che io sono più conosciuto perchè più attivo. Deve essere per forza quello, il motivo. ciaociao... 5 stelle.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0