username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'uomo che fumava Marlboro

La cenere come fosse una scabrosa donna di antichi bordelli francesi, si nascondeva incerta tra i resti di antichi palazzi in maceria.
L'uomo fumava, aspirando aria e fumo a pieni polmoni.
Quella notte indossava una giacca elegante che nella propria vita aveva avuto il piacere di sfoggiare solo una volta, al matrimonio di una lontana cugina.
I suoi occhi resi lucidi dal vento pungente fissavano il vuoto e il battere veloce delle ciglia cercavano di allontare ogni minimo pensiero.
Sciarpa di lana e guanti sgualciti per riparare le osse distrutte dal lavoro pesante di tutta una vita.
Tra le mani rovinate dai calli impugnava una marlboro ormai spenta e una pistola, piccola ma ben lucidata.
Cosa poteva farci in una valle desolata e disabitata da anni in piena notte il manovale Luigi Bonazza?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Giulia Fratocchi il 06/08/2011 08:05
    LASCIO A VOI LA FANTASIA PIU' BELLA... IL FINALE DI QUESTO BONAZZA. VI STRINGO CON AFFETTO!
  • Giulia Fratocchi il 04/08/2011 11:57
    LA MIA ISPIRAZIONE: COME DIO COMANDA! LEGGETE IL LIBRO O GUSTATEVI IL FILM, CON UN GRANDIOSO ELIO GERMANO.
  • Anonimo il 04/08/2011 11:54
    Crea interesse proprio per il suo quasi non senso... cosa ci farà mai quel manovale?.
    Si è forse sperduto oppure sta sognando? io lo vedo come un addetto allo smaltimento dei rifiuti che tra una pausa e l'altra si diverte a sparare per allenarsi al suo fatidico giorno: sparare alla moglie. ciaociao... mi hai sollecitato la mia parte fantastica... ahahah... e brava.
  • Giulia Fratocchi il 04/08/2011 10:54
    Si Bruno ha pagato! Allora niente... IO non ho soldi...
  • Anonimo il 04/08/2011 10:11
    si giulia il filo gruppo albatros ha publicato nel 2008 anche un mio scritto... l'unica cosa devi sborsare dei sodi per i libri spettanti a te... non so se per Bruno è stato lo stesso...
  • Giulia Fratocchi il 04/08/2011 08:28
    A te!
  • Bruno Briasco il 04/08/2011 08:12
    Selvaggia... non è male, è originale. Un abbraccio
  • Giulia Fratocchi il 04/08/2011 08:07
    Io pensavo in riservo per noi. Come ti sembrava a te? Se no sevaggia... Consigliami : )
  • Bruno Briasco il 04/08/2011 07:39
    Non hai già una raccolta da inviare? Vai sul sito "Albatros" e leggine i contenuti di spdizione. Ciaociao e auguri
  • Giulia Fratocchi il 04/08/2011 07:34
    Grazie mille. Ma che operemi consigli di inviare?
  • Bruno Briasco il 04/08/2011 07:32
    Pubblicare non è facile. Puoi farlo attraverso "Albatros" che di recente ha accettato un mio scritto. un abbraccio
  • Giulia Fratocchi il 04/08/2011 07:00
    IL MIO SOGNO SAREBBE PUBBLICARE UN LIBRO. HO TANTO ANCORA DA DIRE, MI DATE UN MANO? HO IL TITOLO "GOCCIA IN UN OCEANO " GRAZIE.
  • Anonimo il 03/08/2011 22:24
    già chissà cosa ci faceva in quella valle desolata? quando ce lo dirai? complimenti
  • Anonimo il 03/08/2011 22:07
    Concordo con Carla sembra un giallo che lascia tanti interrogativi aperti, bel pezzo!
  • Anonimo il 03/08/2011 19:48
    nella mente dell'uomo a volte si annidano mille pensieri... sembra un giallo!!!!!
    ps comunque è esistito un bonazza... artista baci
  • Bruno Briasco il 03/08/2011 19:33
    Scritta bene. Sintetica ma eloquente. un abbraccio