accedi   |   crea nuovo account

Il Mare

Questo è il mare! Il mare dei nostri avi, il mare temuto ma solcato da Ulisse, il mare dei Tritoni, il mare casa di Nettuno! Shhh! Silenzio, ti prego, silenzio! Ascolta in silenzio la sua voce, fanne godere il tuo cuore, riempine la tua mente, conserva nei ricordi il suo profumo.
È li che mi troverai, quel giorno, vicino o lontano.
Accarezzalo lentamente: sfiorerai la mia pelle!
Gioca con i suoi movimenti, come facevi con me!
Tuffati nelle sue braccia, come quando, insieme, guardavamo quei fuochi salire veloci in cielo per poi esplodere il mille colori, aspettandone quindi la lenta caduta sulle nostre teste.
Ascoltalo! Come ascoltavi le mie fiabe da adulto che lui continuerà a raccontarti!
Parlagli! Come facevi con me, ridendo di tutti i nostri difetti. E lui riderà con te!
Donati a lui, chiudi i tuoi occhi e lasciati cullare, e chiedigli "Dove mi porti?" Come facevi con me la domenica mattina.
E nel suo buio immenso io, io e non lui, sarò sempre con te.

 

l'autore mario rossi ha riportato queste note sull'opera

Sai che non potrai fare nulla per evitare il peggio, ti affidi al fato e vedi scorrere un' immagine davanti agli occhi, È andata bene! Puoi scriverla,


0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 29/08/2011 21:16
    un elemento meraviglioso... il mare... per ritrovarsi insieme e per sempre... molto bella mario complimenti...
  • ELISA DURANTE il 08/08/2011 16:45
    Un testo in prosa dalla connotazione fortemente lirica. Veramente bello!
  • mario rossi il 08/08/2011 08:01
    grazie Rosaria, l'intenzione è quella di un appuntamento, dato in modo molto sereno oggi, per un giorno che inevitabilmente verrà, ad una persona che non voglio perdere. Mai! così sapremo tutti e due, da ora, dove poterci incontrare. Sempre.
  • rosaria esposito il 07/08/2011 21:48
    davvero un bel "testamento"spirituale... per rendere immortale l'intensità di un sentimento.
  • mario rossi il 07/08/2011 20:38
    no, nessun amore "andato", anzi, è che in un attimo possono venire in mente tante di quelle immagini... è un appuntamento per rendere indissolubile il rapporto con la persona amata, anche se arrivasse il momento della separazione "corporale". Sinceramente? la tua interpretazione, però, è molto più bella e poetica
  • Bianca Moretti il 07/08/2011 13:39
    Un amore perduto e non ancora dimenticato? Il mare è rimasto amico e muto testimone dei giorni felici trascorsi insieme... e grazie a lui riscopri la forza di un sentimento mai sopito ma anche la consapevolezza di ritrovarlo intatto ogni volta che sei dinanzi alla sua immensità. Quante cose ci sussurra il mare e come sa consolarci con i suoi colori e profumi, col moto quieto e ipnotico delle sue onde e il loro perpetuo, ciclico eterno ritorno... Triste e suggestivo