PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ho raccontato

Ho raccontato ai miei figli,
di come era buona,
quella bistecca cotta sulla brace,
che oggi, si chiama carbone.
Di quella mela raccolta per terra,
sotto l'albero,
tenuta tra le mani sporche
mangiata senza lavare,
all'ombra nel sole.
Il profumo, del prosciutto
affettato col coltello,
salato in cantina vicino al vino
affumicato poi nel camino.
Delle corse sui prati, dentro la sera!
Dei giochi sparsi sull'aia,
da costruire,
per giocare a piedi scalzi
nella polvere della terra.

Più tardi il progresso fa un'invenzione
e mi ha presentato la produzione,
fa guadagnare bene senza preoccupazione.
Non solo per la fabbrica questa applicazione!
La natura? Si può prendere in considerazione
dopo una buona, chimica, concimazione.
Se arrivano i parassiti? C'è la soluzione,
con i pesticidi non hai complicazione,
basta aspettare il tempo della dissoluzione!
Devi sbucciare la frutta prima della degustazione;
pare tutto chiaro, alla mia generazione,
che felice accetta quest'innovazione!
Oggi ho dato ai miei figli una spiegazione;
ma non posso fargli vivere quell'emozione,
quando si mangiava i fichi a colazione!
Ho distrutto il tempo spensierato, con l'azione.
Forse, questo mio dire, ha sapore di consolazione!
Però, io, cerco del lettore l'attenzione!

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 10/10/2011 12:00
    E la mia attenzione l'hai tutta. Goduta questa semplicità di narrare grandiose le piccole cose, che hanno sconvolto nel cervello molte belle sensazioni, istintive.
  • Sandra Giglio il 07/09/2011 20:01
    Molto bella... cari vecchi ricordi che portano in noi sempre vive emozioni!!! È giusto raccontare ai nostri figli ma loro mai potranno capire...
  • Anonimo il 27/08/2011 20:53
    fratellino non ti smentisci mai... bellissima hai parlato ai tuoi figli... della genuinita di un tempo... del profumo dei cibi... della gioia di correre sui prati... del contatto con la terra giocando a piedi scalzi... ed infine hai catturato con questa bella poesia la mia attenzione... sempre grande un grosso bacio a te ed a lucia.. con affetto carla
  • Dolce Sorriso il 24/08/2011 22:50
    bella e significativa... bravo a raccontare facendo riflettere
    un applauso infinito.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0