PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dopo ferragosto

Città ancora vuota, saracinesche abbassate, qualcuno cammina per strada nelle ore più calde. Barboni stravaccati sulle panchine e sui marciapiedi. anziani abbandonati al caldo soffocante. L'ennesima impalcatura circonda la cattedrale in piazzetta. Il parco cittadino come al solito nel degrado più assoluto dove giovani vivacchiano alla ricerca di non si capisce cosa in un'Italia già povera salassata dall'ennesima manovra vampiresca. L'aspetto desolante del capoluogo di provincia Dauno.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0