accedi   |   crea nuovo account

Il nonno e lillina

ogni mattina il nonno apre le sue finestre alle 8, qualunque sia la stagione. siede dietro la finestra e fa colazione mentre chiama... lillinaaaaaaaaaaaaaaaa chi è??? nessuno risponde... dopo colazione sistema le sue piante di geranio, togliendo loro le piccole fogli secche o i fiori appassiti. in estate il suo balconcino è abbellito dai gerani. dopo essersi preparato va a passeggio, sempre con lillina, e compra il pane o altro... ma le sua buste della spesa non sono mai pesanti. l'aria calda dell'estate lo costringe a rinchiudersi in casa, dopo aver acceso il ventilatore ma la sua voce mi giunge ancora:lillina, prepariamo il pranzo. anche questo pasto cosi come la cena, puntuale alle 19, viene consumata dietro i vetri della finestra, dove probabilmente è posto il tavolo. non conosco il suo nome, per me è il nonno. non so se ha nipoti, non mi sembra parli molto, mi sorride dal suo balcone quando io innaffio le mie piante... alcune volte, nel corso della giornata sento la sua voce, ma la frase è sempre la stessa:lillinaaaaaaa chi è??? non è nessuno! perchè poche persone lo cercano e gli rivolgono la parola... sicuramente ha parenti in città ma si sa che quando diventi vecchio... ma nonno vecchio non è, se non per l'età... ogni anno un mese prima che inizi Natale illumina il suo balcone con un grande babbo ed una renna... ed io pur di vedere il suo balcone illuminato già a metà novembre illumino il mio... lui si precipita a sistemare la sua renna orgogliosamente... lo guardo e mi chiedo cosa siamo quando in vecchiaia restiamo soli... e si avvicina anche per me... arriverà anche per me la solitudine e forse anch'io, per sentire la mia voce griderò:lillinaaaaa chi è??? avrò anch'io una lillina??? lillina non risponderà che con gli occhi dolci e il suo flebile abbaio.. in attesa di un'altra notte insieme e di un altro giorno... chissà...

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Angel Bruna il 12/10/2011 22:08
    un racconto molto ben scritto e ricco di temi da cui prendere spunto! brava
  • Anonimo il 29/09/2011 14:28
    Dolce lillina, solo tu potevi scrivere un racconto così accattivante. Brava, ti abbraccio.-
  • soffice neve il 15/09/2011 19:53
    grazie carla
  • Anonimo il 15/09/2011 12:36
    soffice neve... il tuo dolce racconto ci porta ad un tema forte quello della vecchiaia... hai ben detto anche da giovani ci si sente soli... non credo che la solitudine sia una prerogativa delle persone più grandi... comunque un racconto piacevole brava... carla
  • soffice neve il 31/08/2011 19:00
    si sara. lillina è la sua cagnolina... purtroppo c'è da dire che molti, diventati vecchi, restano soli e credo sia ciò che più doloroso colpisca una persona... purtroppo però la solitudine giunge improvvisa per vari motivi anche quando si è giovani... grazie per il tuo pensiero
  • sara zucchetti il 30/08/2011 23:24
    Grazioso racconto! Uno si chiede sempre ad ogni età come sarà quando si invecchia se si è soli, ma Lillina è importante. Io penso sia una cagnolina a cui è affezionato e magari si chiama con un nome speciale di una persona che amava!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0