accedi   |   crea nuovo account

Trucco vecchio e bacucco è un Barbatrucco

Se alle persone mostri il tuo cuore senza veli, con le sue zone d’ombra e i suoi giardini di luce, avrai messo il dito su un tasto importante accendendo la loro comprensione, e spegnendo automaticamente due tasti negativi come la competizione e la diffidenza.

Quando mise piede nello studio per me era una cliente come tante, ma non appena nel parlare prese a muovere le mani, gesticolando come spesso facciamo noi napoletani, per rendere maggiore forza alle parole, le notai…

Erano le unghie più belle e curate che avessi mai visto, senza un imperfezione, laccate con uno smalto trasparante. Mi incantai a guardarle mentre la signora tentava di spiegarmi la sua problematica:

Ha detto un testamento?

Dissi risvegliandomi da quell’attimo di torpore indotto dalle sue meravigliose mani, riallacciandomi alla sua ultima parola.
Trucco vecchio come il mondo questo, che mi aveva salvata tante volte da grandi figuracce.
Trucco vecchio e bacucco è un barbatrucco, ripeteva la mia mente ridendo, mentre il volto tentava di mantenere il contegno che da sempre mi contraddistingue.

Non resistetti oltre, dopo aver aperto una cartellina a suo nome ed averle rapidamente spiegato la normativa, i rischi ed infine la mia visione della cosa, dissi:

Lo sa che ha delle bellissime unghie?

Grazie!!! Disse lei con un ampio sorriso, che mise in evidenza una dentatura non proprio perfetta, penalizzata ancor più da un rossetto non trasfert, che le colorava i denti.

Diamoci del tu, che dici?

Disse la signora.

Certo non è un problema, a me fa piacere!

Risposi.

Ascoltami, sono unghie finte, non costano troppo, ti posso dare il telefono del centro estetico dove me le hanno applicate, durano all’incirca due mesi e fai la tua figura.

Effettivamente facevano la loro figura, era davvero belle. Le unghie lunghe mi piacevano, ma per il lavoro che facevo e per il mio hobby che era quello di scrivere, rimanevano un po’ difficili da portare. Quell’incontro mi restò nella mente e nel cuore, per me l’aspetto curato di una donna è il primo biglietto da visita.

123

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Matteo Ferrazzi il 28/10/2007 17:39
    ho espresso giudizi più articolati ad altre tue opere, soprattutto aforismi.
    dovresti leggerli come qualsiasi altro commento, perchè ci ho comunque pensato prima di scriverli. perchè ho avuto subito una sensazione che qualcosa in quello che scrivi è sbagliato: dopo una lunga analisi l'ho capito.
  • Cleonice Parisi il 28/10/2007 17:34
    Come volevasi dimostrare.
    Grazie per aver confermato le mie parole.
  • Matteo Ferrazzi il 28/10/2007 17:02
    guarda non ho proprio capito quello che hai detto. dev'essere la tua maestria nell'uso della punteggiatura.
  • Cleonice Parisi il 28/10/2007 16:56
    Matteo non è che non ho interesse se mi espongo è perchè cerco confronto, ma su un piano diverso dalla polemica.
  • Matteo Ferrazzi il 28/10/2007 15:44
    "Ho un brutto vizio, che è nato con me e credo morirà con me, quando qualcosa mi gira nella testa, lo espongo a qualsiasi persona mi venga a tiro, anche a persone che dell’argomento in questione non hanno alcun interesse".
    esattamente.
  • Graziano Ciocca il 28/12/2006 23:42
    Non credo che questa sia esattamente la sezione più adatta per questo spaccato di vita e mentalità femminile anche se molto grazioso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0