username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tra i margini raccolgo ricordi

Questo sale di mare che ripulisce i pensieri miei mi culla.
Con le sue onde fa riaffiorare le corse di me fanciulla, in un tempo distante qualche passo da qui.
Questo giglio di bianco fiorito, immagino ora, con le rughe dell'anziana nonna.
Donna dai riccioli rossi, amorevole e stanca di piangere i giovani gioielli dell'animo suo, smarriti negli anni.
Questo spossante e gigantesco luogo che è il mondo mi apre, stanotte, le porte di cattedrali e vertigini antiche.
Assaporo ora il gusto di quel sale, di quel giglio.
Racconto a me stessa favole e fiabe che non hanno pentimento tra i margini.
Inattingibile è ora il dolore.
Fermo e sospeso il respiro, ma vivo e vivace questo giovane cuore.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Bruno Briasco il 04/10/2011 20:03
    Piaciuto, fresco, giovane, moderno! Il tuo giovane cuore che vede "oltre" e fa riflettere...
  • Anonimo il 14/09/2011 12:23
    Bel racconto, mi piace molto.
  • Anonimo il 14/09/2011 11:29
    il mare che riporta tutto anche i ricordi di te fanciulla... sentimenti che ti riportano a persone care... molto bella questa tua un bacione carla
  • Michelangelo Cervellera il 13/09/2011 21:03
    Forse è la prima volta che ti leggo, scrive bene arrivi diretta al cuore ed agli occhi con le parole e le immagini che crei. Molto piaciuta.
    Michelangelo
  • Dolce Sorriso il 13/09/2011 11:19
    mi piace, una poesia molto apprezzata, immagini chiare e nitide.
    Brava!
  • Anonimo il 13/09/2011 10:21
    Bellissimi pensieri che evocano immagini e sensazioni, ma come dici tu...è vivo e vivace questo giovane cuore. Brava!
  • Giulia Fratocchi il 13/09/2011 09:43
    Ti ringrazio infinitamente per il commento Vincenzo, questo racconto è molto sentito da me. grazie per averlo apprezzato
  • Vincenzo Capitanucci il 13/09/2011 09:27
    Bellissimo Giulia... Cattedrali di sale... in vertigini antiche... il mondo apre le sue porte... al mio giovane cuore..