PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ulisse ( parte 3 )

Nei sogni si fa ciò che si vuole... ecco perché ci passo molto tempo... Per rivedere lei... i suoi occhi blu!
A molti sembrava antipatica, sarcastica, cinica... un po' come me.
Io le riuscii a legger dentro, nonostante lo nascondesse, poichè ai miei occhi non sfugge nulla!
Volavo alla velocità del pensiero e raggiunsi l'obelisco egizio, poichè sapevo che era là, la paragonavo a nefertiti per la bellezza.
Nel mondo reale eravam due amici che prima della fine, andarono oltre l'amicizia, forse a causa mia, o sua che voleva godere ogni attimo della sua piccola grande esistenza.
Era li, seduta sotto l'obelisco, con due bicchieri di jack daniels, Dio solo sa quanto adoravo il jack!
Iniziammo a parlare del solito e a sfotterci, lei mi prendeva in giro per i miei capelli ricci e per il ghigno da alcolizzato ad ogni sorso di jack!
Poi capii perché bevevo così tanto, perché dormivo e sognavo così tanto... non riuscivo a lasciarla andare via! Era morta, e doveva esserlo anche nella mia mente... E quando capii ciò mi diede un ultimo bacio per poi scomparire. Da quel momento, vederla sparire per sempre per la seconda volta, mi fece capire molto di me. Un sognatore diventato cinico perché la realtà gli toglieva tutto, un sognatore che aveva provato mille emozioni, un sognatore che era cattivo per poi divenire... Ciò che sono ora!
20 anni... Un periodo immenso... per ritrovate me stesso, proprio come Ulisse, che con la ragione, la furbizia e una punta di cinismo, ritornò da Penelope!
Come ulisse sono tornato ad itaca... Quanto adoro la mia "itaca".

In un sogno trovai la mia realtà ed ora, la
Mia realtà sarà il mio sogno!

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Daryl il 18/09/2011 16:33
    Solo freddo realismo! Con un po' di cinismo ke evita di farti fare film idioti!
  • Anna Rossi il 18/09/2011 16:20
    nel testo le parole scivolano leggere. guardarsi dentro non è semplice. è come fare ordine tra tanti pacchi di cartone che di continuo invadono la nostra memoria. tu lo fai con crudele saggezza. sarà il candore infernale della tua giovinezza.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0