PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Questa Mattina. . .

questa mattina. . . rileggendo alcune delle tue mail, mi sarei fatto prendere volentieri dalla voglia di tornare a scrivere una poesia. . . ormai è da tempo che non lo faccio, da quando mi sentivo pieno d'amore
Oggi invece vivo giorni in cui mi sento vuoto. . . insignificante, eppure oggi avrei voluto tanto potesse essere uno di quei giorni di primavera, carico di colori di luce, di sole di silenzio.
Se lo fosse stato, avrei rubato questa giornata alla mia vita per regalarla alla mia voglia di vivere, in passata l'ho fatto tante volte. . . si, me ne sarei andato alla ricerca di un posto da poter definire tutto mio. . . e li me ne sarei stato da solo ad ascoltare il rumore della natura, delle onde, degli animali.
Ed invece. . . sono rimasto qui, tra il fare ed il pensare ha vinto l'illusione di tornare a fare. . . però, un sorriso me lo sono sentito nascere dentro, perchè ho capito che quella voglia di andare arrivava da te.
Sei tu che oggi mi hai fatto tornare ad aver voglia di scrivere, e non scrivere a caso ma tornare a scrivere poesie, che altro non sono che emozioni che sentiamo dentro, e che vogliamo cercare di trasmettere a chi ci sta intorno. . . a chi ci sta vicino, a chi vogliamo bene.
Piccole frasi gettate d'impulso per cercare di fermare come una fotografia ciò che in questo momento stiamo provando.
La mente corre veloce, e la mano tenta di lasciare impressa su un foglio di carta ciò che il pensiero ed il cuore ci suggerisce,
e lo fa senza nessuna selezione, senza correzioni, senza essere rivisto.
Questo modo di scrivere lascia a te che leggi lo spazio per interpretare quel che il mio messaggio vuol dire. . . . trasportare a te parte delle mie sensazioni sotto forma di parole. . . di sensazioni.
Oggi le emozioni sono pericolose, esiste l'organizzazione, esistono le regole,
la perfezione, l'apparire. . . si, l'apparire è molto più importante dell'essere.
Chi si ferma è perduto. . .è per questo che non si vede mai nessuno seduto su di una panchina a guardare il mare. . . o a guardare cielo. . . sono solo cose da cartolina. . . finzione.
La qualità, come scelta di vita ogni uno la interpreta a modo suo, e la costruisce nel corso della propria vita, nel corso degli anni che passano e non tornano più, imparando cosa veramente conta. . .
La scelta sta nello scegliere di conseguenza cosa è veramente importante nella propria vita, che cosa ci rende persone felici. . . infelici.
Il tempo che trascorre, le emozioni consumate, vissute, dimenticate. . . tutto si collega al rapporto con le persone.
Questo è il fulcro di tutto, questa è la cosa più importante, il fulcro che ci accompagna nel nostro essere felici o infelici.
Relazionarci con gli altri, capire, scoprirsi, aiutare, accettare emozionarsi nel confronto, stimolarsi nel confidarsi,
questo è crescere, questo è vivere.

123

2
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Ivan Benassi il 27/07/2007 21:21
    Amo i puntini, sono spazi di libertà. Rubare giornate é ... vivere. Ciao.
  • sara rota il 23/06/2007 14:30
    Piaciuto...
  • Sole Luna il 09/06/2007 11:33
    riuscire a rinascere, questa è la forza che dobbiamo avere, parlare con noi stessi e capire quello che vogliamo, senza rimanere nel passato, chi rimane nei ricordi non riesce a vedere i colori dell'alba...
  • miryam maniero il 11/01/2007 00:56
    rimettere la mano sul cuore e farlo parlare... davvero molto bello, profondo e coraggioso questo tuo scritto, sei in gamba...
  • ESTER zaniboni il 15/12/2006 18:45
    la intolerei "il risveglio" dopo un lungo sonno.. molto bella...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0