PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Mindflowing

dita che sbattono sulla tastiera, musica di pianoforte mistico in cuffia, notte che avvolge la mia casa. coperte che si gonfiano e diventano vele di una nave fantasma. il letto sobbalza e poi si alza dal pavimento. le pareti spariscono. mi sento strano. stanotte le stelle non si riescono a vedere, il cielo è quello tipico losangelino, uno specchio nebuloso luminoso anche di notte. cammino scalzo per le strade i prati bagnati degli innaffiatori automatici sono umidi e morbidi. le finestre illuminate a sbalzi alterni dal blu degli schermi televisivi. qualche ciclista solitario passa come un soffio di vento, i bidono della spazzatura fuori dai vialetti sembrano dei guardiani immobili del quartiere. il tempo è una cosa cosi strana, non esiste. interi mesi condensati in pochi episodi poche ore allungate per secoli. la mente vaga come un'onda sempre pronta ad incontrarsi con la prossima scogliera, mai ferma nello stesso luogo si rimescola e si scontra, rigurgita e schiamazza. i passi umidi salgono in alto dove poco fa il tramonto dorato si incastravatra le palme..

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • STEFANO ROSSI il 12/10/2011 10:39
    il tempo è una cosa strana...
  • Mauro Moscone il 12/10/2011 10:26
    MI HA RICORDATO LA REALTIVITA' di Einstein, conta la durata dell'attimo non la quantità di secondi evasi banalmente, bel testo
  • johnny utah il 12/10/2011 00:28
    grazie diego.è una mail che ho mandato durante un viaggio.
    per stef: quale giostra?
  • STEFANO ROSSI il 11/10/2011 20:19
    È un racconto poetico Fra! come ti ho già detto il tuo modo di esprimerti è davvero fantastico e fa sognare noi sognatori... continua cosi... dettagli fantastici... e ricorda il tempo scorre inesorabile sulla giostra...
  • Diego TURATTO il 11/10/2011 12:39
    L'ho vissuta più come una poesia... sferzante la sua intensità. Arriva dove solitamente non può arrivare un racconto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0