accedi   |   crea nuovo account

Fare la vetrina

In un negozio virtuale parla prima il commesso e poi la cliente.
"Buongiorno"
"Buongiorno"
"Come va?"
"Abbastanza preoccupata, grazie"
"Su via, si rilassi, cosa desidera?"
"Vorrei comprare questo, per favore"
"Bene le serve altro?"
"No, penso di no!"
"Lei pensa? Che campionessa! Ma non pensa ad esempio che potrebbe servirle anche quello?"
"Pero', visto cosi' con tutti quei bei colori, e quella grafica in movimento, in effetti, va bene, lo metto sul carrello!"
"E poi oltre quello, c'e' qust' altro e un' altro ancora. Lo vede che prodotti magnifici, nella loro descrizione scritta, intendo"

"Ma lo sa che ha ragione? Ho proprio bisongo anche di quell' altro e un' altro ancora. E complimenti per il suo aspetto e? La trovo carino!"
"Grazie, cosi' mi fa arrossire i pixel, anche lei in effetti, cosi' formosa... e' un piacere sedurla cercando di venderle qualcosa"
"Uhm, non mi dica cosi' che mi fa scattare un' arlgoritmo di sensualità, che poi rischio di cederle."
"Eh, d' altronde lei e' programmata cosi' bene, in tutte le sue curve!"
"Lei dice, che carino... in effetti lei sà vendere e si vende con amore, passione, e' affascinante! Ma chi lo ha realizzato?"
"Quelli della mela morsicata, pensi siamo in lutto, e' morto nostro signore, l' ex presidente. Lei non l'ho mai vista!"
"In effetti provengo da un' altro tipo di filosofia creativa, quello che fa funzionare tutto, o quasi con le finestre. Sono delle finestre 97"

"Pero' che classe! Della filosofia creativa delle finestre.. lei e' bellissima, posso baciarla?". Si rendono istantaneamente reciprocamente compatibili.
E il negozio si chiude e lui la bacia con passione, che la vendita rimane a metà, non finisce niente sul carrello. E tra i due personaggi virtuali ecco un corto circuito di colore rosa e rosso, amore come carnale, e profumi e.. che spettacolo!
Ecco, di nuovo il pc che mi si pianta sul più bello. Giorgio, Giorgio! Per dindirindina! Ti sei collegato anche tu? E avverti no? Uffa! Lo sai che questo router più di due coleleggamenti non li regge. Mannaggia a te. Ora che assistevo al momento clou! Antipatico!
O Maria, stacca vai, che ho una videoconferenza di lavoro, per favore.
Si, di lavoro, con la Paola, altro che lavoro... mannaggia, siete due... tremendi. Quando la vedo, ci penso io.
O che mi fai la gelosa? Ma che dici! Dobbiamo decidere come allestire la vetrina per domani!

La vetrina, ora si dice cosi'? Fare la vetrina?

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Fernando Piazza il 22/10/2011 13:22
    Ah ah ah, bravissimo. Una fantasia invidiabile, una scrittura efficace e dagli effetti davvero esilaranti.
  • Francesco Arena il 22/10/2011 11:39
    Bravo Raffaele, mi e' piaciuto molto!
    Checco
  • Anonimo il 22/10/2011 07:32
    Sempre originali, ben scritti e simpatici i tuoi racconti... ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0