PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Sogni e Comunicazioni realizza i tuoi sogni

La cosi chiamata "Sogni & Comunicazioni" era un'impresa potente del settore industriale cinematografico.
Sviluppava idee su idee in tutte i periodi dell'anno e le vendeva sul mercato al migliore offerente.
Erano aperti da poco più di un anno ma si erano fatti subito un certe nome e un certo potere nell'industria cinematografica.
Il loro slogan era:

"SOGNI & COMUNICAZIONI"
REALIZZIAMO I TUOI SOGNI
si ricercano sognatori di tutte le età.

A loro non interessavano attori, registi o operatori o semplici amicizie (che non fossero opportune),
a loro interessavano solo le idee, geniali, innovative e, ovviamente, coloro che le sfornavano, i sognatori.
Un certo Jacopo era riuscito ad avere un appuntamento.
Suonò il campanello e sali le scale con tutte le sue idee in testa.
La "Sogni & comunicazione" non voleva fogli, appunti, stracci di carta
A loro bastavano solo le idee per capire se uno era un potenziale sognatore o no.
Il discorso tutto sommato era semplice: Le idee o ce le hai o non ce le hai.
Probabilmente era questo il potenziale dell'impresa, l'occhio.
Probabilmente.
Si perché IO non ho mai capito se alla "Sogni & Comunicazione" interessavano realmente i sogni delle persone o solo le loro idee.
Jacopo entrò nell'ufficio.
Dentro c'era una scrivania tipica, con a sedere una segretaria che batteva tipicamente.
Il rumore della macchina da scrivere faceva tipicamente da colonna sonora al tipico scenario a cui stava assistendo Jacopo.
TAC TAC TAC TAC TAC TAC
Jacopo, a tempo di battitura, continuava a osserva la stanza tipica.
C'era anche una finestra, che filtrava i raggi del sole e faceva da unica luce nell'ambiente, come accade tipicamente nei film,
poi c'erano delle sedie tipiche, che invitavano Jacopo a sedersi e ad attendere il proprio turno come accade tipicamente.
Non c'è nulla da fare, tutto è tipico da quelle parti.
Jacopo aspettò il suo turno con altre 5, 6 persone che cercavano disperatamente di sembrare sognatori.
Jacopo fu l'ultimo ad essere chiamato.
Quando entrò si accorse che forse la situazione era molto, ma molto, molto più grande di lui.
Jacopo pensava che dopo aver aspettato in una stanza tipica l'avrebbe aspettato un'altra stanza tipica.
Invece Jacopo non aveva mai visto nella sua vita nulla del genere.

12

2
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Bianca Moretti il 22/01/2012 15:50
    La morale del racconto è praticamente: "Realizza da te i tuoi sogni... prima che qualcun'altro lo faccia per te, rubandoti l'idea". Che razza di truffatori c'è in giro... ladri di idee... però se ci pensi, anche questa È un'idea, truffaldina ma geniale. È l'occasione perfetta di sfruttare e realizzare idee (ma di altri) che resterebbero altrimenti confinate nell'oblio, a livello di puro pensiero. Io dico:teniamoci stretti i nostri sogni, siano essi da realizzare o solo da immaginare!
    Ma mi sorge un dubbio: sarai mica della compagnia Sogni&Comunicazioni?
  • Raffaele Arena il 28/11/2011 22:47
    Andrebbe registrata una suoneria per la sveglia o per un campanello o per il telefonino "SVEGLIA SOGNATORI". Fenomenale.
  • STEFANO ROSSI il 25/11/2011 14:37
    ihihihihih grazie matteo!!! forse hai ragione!!! grazie anche al magico Philip!!!!
  • Anonimo il 25/11/2011 11:44
    Bel racconto, con un'ottima filosofia dietro, l'unica cosa che non mi è piaciuta è la ripetizione di quei cazzo di "tipico" e "tipicamente" ho capito che l'hai fatto per sottolineare la descrizione, ma dopo le prime tre ripetizioni, hanno cominciato a darmi sui nervi! comunque complimenti, bravo!
  • Philip il 24/11/2011 22:23
    Bravo Stefano! Hai proprio ragione, dobbiamo vivere i nostri per sogni ma non dobbiamo diventarne schiavi.
  • STEFANO ROSSI il 23/11/2011 12:05
    Graziee!
  • Anonimo il 22/11/2011 18:58
    bellissimo racconto... mai smettere di sognare ma non si deve vivere solo per essi, se non si ci sveglia i sogni restano tali e la vita passa... svegliamoci dunque io credo che metterò una grande sveglia...
  • anna rita pincopallo il 22/11/2011 11:43
    simpatico racconto ben scritto... sveglia sognatori... non smettiamo mai di sognare i sogni sono linfa per la vita bravissimo piaciuto molto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0