PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Natale

Ed eccoci qua...
Anche quest'anno il Natale è ormai alle porte... In ogni angolo delle città, è tutto un'intermittenza di lucine colorate.
Alberi e viali illuminati...
Dai balconi delle case, pendono strani   "pupazzi vestiti di rosso", intenti a salir la scala ed intrufolarsi negli appartamenti a lasciare, per la gioia dei più piccoli, una caterva di  regali.. alcuni utili, altri privi di qualsiasi significato...  
Le vetrine dei negozi  sono vestite a festa, con gli abiti più lussuosi e scintillanti che mai...
Glitter e paillettes sono le parole d'ordine...
Rosso, argento ed oro... I colori del Natale (li chiamano)
Volantini, cartelloni e brochure dei grandi magazzini, sono stati  disegnati, colorati e riempiti apposta "di Natale"...
 
Come formiche, ci si accalca nella mischia, per accaparrarsi gli ultimi regali... Che poi... il più delle volte, non sono apprezzati, perchè destinati a persone sbagliate delle quali ci si è ricordati all'ultimo istante, oppure perchè , solo il giorno prima, qualcuno che non era nella lista ci ha fatto un pensierino e allora bisogna sdebitarsi...
Folli corse al giocattolo più grosso che c'è... poco importa se idoneo o no... poco importa se dietro quel gioco qualche bambino ( magari della stessa età di colui al quale  è destinato quel gioco), abbia dovuto dimenticare cosa sia la gioia di un regalo o semplicemente smettere di giocare perchè ha necessità di lavorare..
Nelle case poi... impazza la mania dell'albero più grosso ed addobbato... Quasi ci fosse un premio da vincere...
C'è di tutto su quei rami... Palle colorate, ma rigorosamente colori che nn facciano a botte tra loro (un po' come si fa con i vestiti ) rosse e dorate, al massimo argentate, ma mai e poi mai aggiungerne altre di colore blu, tutto al più bianche o trasparenti con leggere sfumature... Se poi sono di vetro e  soffiate a bocca... ancora meglio...
Pupazzi di stoffa (uno per ogni forma)... ghiaccioli pendenti e per finire... fiocchettini ed una miriade di lucine colorate...
Per non parlare poi della controversia sul puntale...
Puntale si o puntale no??  
Centrini a tema in ogni dove...
Porta bon-bon stracolmi di torroncini, morbidi, friabili, al limoncello, gianduiotti, pralinè...(per la gioia del colesterolo).
Panettoni canditi all'uvetta e scorzettine, al tiramisù e creme di cioccolato...
Pandoro e parrozzo?? Non possono mancare...
Mostaccioli (bianchi e neri), cicerchiata, calzoni alla crema di ceci e cacao( tipici  della mia regione), scroppelle, vassoi e vassoi, impacchettati ( ce ne sono talmente tanti per casa, che basterebbero per 2 Natale di seguito) e letteralmente depositati in ogni dove... sui comò, nelle camere per gli ospiti, nelle tavernette...

1234

3
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • senzamaninbicicletta il 22/12/2011 08:28
    Natale. Ricordo quello a casa Cupiello: Te piace 'o presepe? No nun me piace. Ma nella realtà, quella realtà. il Natale aveva senso e veniva sentitamente apprezzato per la pochezza degli accessori e per la grandezza della tradizione. In quella famiglia non si sentiva parlare di babbo natale e il consumismo che pure già esisteva non era ancora patologico. Il Natale, nelle tue immagini appare significativo, è un regalo che si impacchetta da se' e da se' si dona al Natale stesso. Cos'è Natale, dov'è Natale? Forse esiste il natale nell'emisfero sud? è già Natale il 15 novembre. Una analisi la tua più che un racconto. E di grande spessore er i temi trattati e per le domande che spinge a porsi. E che ha lo scopo di augurarlo buono, il Natale, a tutta questa comunità. Lo hai fatto nel migliore dei modi. Grazie e buone feste anche a te.

1 commenti:

  • Lucia il 25/12/2011 10:38
    GRAZIE!! Buon Nataleeeeeeeeee!!!!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0