PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Di crisi e arcobaleni

In balistica è definito "brennschluss" il momento in cui un razzo, giunto allo zenit della parabola ed esaurito il propellente, spegne il motore ed inizia la sua discesa, preda inerme della forza di gravità, delle correnti d'aria, dei battiti di ali di farfalle a New York. Proiezione forse supersonica di sè, tende alla de(con?)flagrazione acquistando velocità al passare dei secondi, in un mistico crescendo fino all'orgasmo esotermico.
Cosa significhi tutto questo? A noi non è dato saperlo. Non siamo noi ad essere seduti dietro la loro strumentazione, a schiacciare pulsanti a caso, come un bambino che si intrattenga con un videogioco. Probabilmente soltanto un disperato bisogno di affermazione di sè, solo una partita a tris in mondovisione. Io vinco, tu perdi.
Io credo di vincere, tu perdi di sicuro. Ma io questo non lo capirò mai.

 

2
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0