accedi   |   crea nuovo account

Botti di fine anno

Ciao Gisello!

Come stai? Qui a Paralosso le solite cose, anzi no.
Per l'ultimo dell'anno noi della compagnia dei Rinnocero, non sapevamo cosa fare. Così abiamo deciso di andare a spassarcela ad una festa al buio. Al buio nel senso che Tanico aveva trovato un depliants extraslusso il 30 dove c'era la descrizione di un maxi cenone in un bellissimo castello, compresa una festa con ballo con oba oba. Subito Allupino ha apensato, ma oba oba non sarà mica bunga bunga? E tutto a solo cento carte, per averle dai miei, l'ho sfilate dal portafoglio dal babbo. Insomma, siamo partiti in tre macchine per Tre Monti, località a cento chilometri da Paralosso, dove c'e' il bellissimo castello dove il giorno prima abbiamo prenotato. Ci ha risposto una voce di ragazza, doveva essere una sventola tanto la voce era sexy.

Insomma dopo cento chilometri siamo sulla piazza centrale. Suona Tony all'indirizzo indicato, e gli arriva una secchiata d'acqua gelata in testa. Ha cominciato a mandare delle parole poco delicate.
"Ma non è qui la festa?"
Da dietro il vicolo dei passi, e una voce "Arriva la festa!", come di un gruppo di giapponesi in vacanza, ma no diverso, il rumore di gente con gli stivali.
Insomma, in un minuto le nostre due macchine e noi compresi dentro, escluso Tanico che ti prende una mazza da baseball in piena fronte, ci troviamo circondati dai famosi Oba oba. È cominciato il ballo senza il cenone. Chi sono gli Oba oba? Un gruppo malfamato rinomato tipo legionari ma in realtà ex pirati di lungo corso, che ora si muovono in branco.

Venti persone, abbronzati, fisico da paura, diciotto uomini e due strabelle, per vie urbane, rubano e saccheggiando con raggiri di vario genere.
Ci siamo cascati in pieno. Tutti loro con le mazze da baseball ci hanno rimpicciolito le auto con noi dentro. Tony non sò che fine abbia fatto. Sembra che abia passato il rito di iniziazione degli Oba oba e ora fa parte della gang. Non ricordo nula più di quella sera. Solo botti di mazze da baseball sul metallo-pastica che piano piano, oltre che alla mia testa, ha colpito Marzianino, RIfrulla, Teladò (ero in macchina con le due più carine...).
Ti stò scrivendo da cardiochirurgia caro Gisello, ma che Gisello, scusa Gioiello, ma no Gioiello, Giulio.

Insomma vado a fare altre analisi. Son due mesi che mi stannno ricostruendo pezzo per pezzo, ero in delle condizioni. No, mi ero ripreso dopo il trauma cerebrale ma poi ci ha pensato mio padre il primo dell'anno a conciarmi per le feste. Per le feste, sembra una battuta eh? Insomma l'infermiera mi chiama, è anche bona. Ha un po' due labbroni e uno strano rigonfiamento. E poi stranamente mi hanno detto che mi devono fare la colonscopia, ma se son in cardiochirurgia. Ma lo sai poi che questa bionda somiglia tanto a un Oba oba? Son rimasto proprio traumatizzato. Alla prossima!

12

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0