accedi   |   crea nuovo account

Il contrappello

La notte fonda tenebrosa ci trova nel letto, con fare rovente spezza sogni la solita voce si ché il risveglio è ancora più atroce.
Come sempre in preda a bacco urla la voce... ne mancano quattro!! Ma ormai si sa sono errori banali, la conta non torna senza gli occhiali.
Entrano in due al solito modo, il primo dice indicando con il dito, contali tu che io non vedo, l'altro risponde strizzandogli l'occhio... non preoccuparti ci vedo doppio.

 

l'autore alta marea ha riportato queste note sull'opera

Ricordi di gioventù


2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 21/01/2012 13:19
    breve ma gradevole, bravo, molto bravo
  • Anonimo il 21/01/2012 13:16
    Bel modo di scrivere... originale anche. Mi piacerebbe leggere qualcosa di impegnativo; sono sicuro che ne uscirebbe un bel brano. Pensaci... ciaociao
  • mauri huis il 15/01/2012 09:55
    Carina. Potevi anche metterla in versi, tanto le rime si senton lo stesso. Dieci pompate per la pigrizia. con lo schiaffetto!
  • Stanislao Mounlisky il 14/01/2012 19:31
    simpatico e fluido ma... avrei preferito che continuasse...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0